Nuova raccolta differenziata, arriva nei municipi III e XVII

Benvenuti: "665mila i romani che potranno separare i rifiuti alimentari da quelli organici"
Enzo Luciani - 11 Ottobre 2011

 “Grazie all’avvio dalla nuova raccolta differenziata nei Municipi III e XVII – dichiara il Presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti – salgono a 665mila i romani che hanno l’opportunità di conferire separatamente i rifiuti alimentari e organici. Questo nuovo servizio di Ama, infatti, coinvolge circa 245mila “abitanti equivalenti”, che si vanno ad aggiungere ai 420mila già raggiunti da servizi mirati di raccolta differenziata, duale o porta a porta. Si tratta di un dato significativo che dimostra l’impegno della nostra azienda per aumentare le percentuali di materiali conferiti in modo differenziato nella Capitale, già passati dal 17% del 2007 al 24,3% registrato nel mese di giugno 2011. Chiediamo ai romani uno sforzo ulteriore perché l’aumento della raccolta differenziata è la migliore soluzione al problema rifiuti”.

Avviata il 3 ottobre nel Municipio XVII e il 10 ottobre nel Municipio III, la raccolta di tipo “duale” raggiunge così altri 245mila “abitanti equivalenti” (cioè i residenti e i lavoratori presenti nei due Municipi): 146mila nel III Municipio (29.632 utenze domestiche e 4.474 utenze commerciali) e 99mila nel XVII (32.975 utenze domestiche e 7.752 utenze commerciali). Si tratta di due aree ad altissima densità abitativa, commerciale, turistica e amministrativa che comprendono quartieri storici della Capitale come Castro Pretorio, Nomentano, Bologna, Policlinico/Università, San Lorenzo (III Municipio) e Prati, Delle Vittorie, Borgo, Trionfale (XVII Municipio).

Il servizio prevede che, alla tradizionale raccolta differenziata tramite cassonetti stradali, si affianchi la raccolta differenziata degli scarti alimentari e organici attraverso punti fissi di raccolta disponibili per ben 10 ore al giorno.

Scarti alimentari e organici

Le oltre 62.600 utenze domestiche coinvolte hanno ricevuto gratuitamente l’apposito kit costituito da una biopattumiera areata con i relativi sacchetti, il materiale informativo e il calendario di raccolta. Con l’avvio del nuovo servizio, viene attivata una fitta rete di punti di raccolta fissi, presidiati dal personale AMA, presso i quali è possibile consegnare in modo differenziato, 7 giorni su 7 in strade e orari prestabiliti, gli scarti alimentari e organici che devono essere precedentemente separati in casa.

Le postazioni di raccolta organizzate da Ama per i rifiuti organici, tra mattina e sera, sono in tutto 113: rispettivamente 80 (34 nel III Municipio e 46 nel XVII) attive ogni mattina dalle 6.30 alle 11.30, e 33 (15 nel III e 18 nel XVII Municipio) attive ogni sera dalle ore 21 alle 2. Queste seconde postazioni di raccolta sono dedicate in particolar modo alle utenze commerciali (attività di ristoro, bar, ristoranti, eccetera), ma sono fruibili anche da tutti i residenti. In tal modo, i cittadini potranno conferire i rifiuti organici per 10 ore al giorno. Ciò comporterà un impegno straordinario per AMA e farà di Roma Capitale un caso unico tra le grandi città italiane.

Per venire incontro alle esigenze delle famiglie, i punti di raccolta per le utenze domestiche sono posizionati a una distanza media di 150 metri da ogni abitazione. I rifiuti organici raccolti saranno avviati all’impianto di compostaggio AMA di Maccarese per essere trasformati, dopo un particolare procedimento biologico, in compost, un ammendante utilizzato in agricoltura. Come servizio aggiuntivo, nei punti di raccolta fissi, i cittadini possono conferire anche le pile esauste (rifiuti speciali che richiedono particolari procedure di smaltimento attraverso eco box).

Cassonetti bianchi, blu e grigi

Adotta Abitare A

La raccolta delle restanti tipologie di rifiuti continuerà ad essere effettuata attraverso i cassonetti stradali: bianchi per la carta e il cartone, blu per i contenitori in vetro, plastica e metallo e grigi per i materiali non riciclabili. La quantità di cassonetti grigi per i rifiuti indifferenziati (utilizzati in precedenza anche per il conferimento dell’organico) verrà ridotta di circa il 40% rispetto al numero attuale, in virtù della capillare presenza sul territorio delle postazioni AMA riservate alla raccolta degli scarti alimentari: passeranno, così, dai 1124 attuali a 646 nel XVII Municipio e dai 1073 attuali a 606 nel III. E’ previsto, invece, il potenziamento delle postazioni di raccolta per la carta e il multimateriale in modo da agevolare ulteriormente i cittadini nella corretta differenziazione dei rifiuti: nel XVII Municipio, i cassonetti bianchi (carta e cartone) passeranno da 400 a 703, i blu (contenitori in vetro, plastica e metallo) saliranno da 396 a 639; nel III Municipio, i contenitori per la carta passeranno da 323 a 602, e quelli per il multimateriale passeranno da 321 a 561. In concomitanza con l’avvio del nuovo servizio, prosegue poi il piano di sostituzione/rinnovamento di tutto il parco cassonetti in entrambi i Municipi, con il posizionamento dei nuovi contenitori più funzionali e resistenti rispetto agli attuali.

Servizi mirati per utenze non domestiche

Esclusivamente per le utenze non domestiche, AMA effettuerà la raccolta “porta a porta” dei materiali non riciclabili. Inoltre bar, tavole calde, ristoranti, ecc. non raggiunti ancora da un servizio dedicato potranno richiedere tramite il Numero Verde AMA (800867035) l’attivazione della raccolta “porta a porta” anche degli scarti alimentari organici e dei contenitori in vetro, plastica e metallo. Tutte le utenze non domestiche che producono grandi quantitativi di imballaggi in cartone, infine, potranno anche richiedere al Numero Verde AMA il servizio di ritiro in prossimità dell’esercizio.

I vantaggi del nuovo modello
Il nuovo metodo di raccolta permette:
· di raggiungere maggiori percentuali di raccolta differenziata (nei quartieri in cui è attivo un sistema simile di raccolta si è arrivati a punte di oltre il 60% di materiali avviati al recupero);
· di migliorare la qualità del rifiuto differenziato, grazie all’attività degli operatori ecologici AMA che presidiano i punti di raccolta e assistono i residenti nelle operazioni di conferimento, fornendo informazioni sulla corretta differenziazione dei rifiuti;
· di assicurare più decoro alla città;
· di non collocare i bidoncini dei rifiuti all’interno dei condomini;
· di raccogliere i rifiuti organici 7 giorni su 7.
 

Raccolta differenziata al 24,3%

L’Amministrazione di Roma Capitale e AMA sono fortemente impegnate nello sviluppo di strategie innovative per dare ulteriore impulso alla raccolta differenziata. Rispetto al 17% del 2007 si è registrato, a fine 2010, un incremento netto complessivo del 32%. Le tonnellate di rifiuti raccolti in modo differenziato, infatti, sono passate dalle 305mila del 2007 alle 403mila del 2010. Attualmente la percentuale di raccolta differenziata è ulteriormente salita arrivando al 24,3% a giugno 2011 (ultimo dato disponibile).
In particolar modo un forte impulso all’aumento della raccolta differenziata è dovuto al sistema “duale”, adottato da luglio 2010 nei 6 quartieri di Prati Fiscali, Appio-Tuscolana, Tuscolano, Laurentino 38, Marconi e Aurelio, e che ha fatto registrare ottimi risultati. In queste aree, infatti, la percentuale media di materiali avviati al riciclo si attesta al 52,4%, con punte del 63,5% a Prati Fiscali e 57,8% nel quadrante Appio-Tuscolana. In particolare, la raccolta differenziata degli scarti alimentari e organici raggiunge, in media nei sei quartieri, il 15,7%, con punte del 19% a Marconi e del 18,1% nell’area del Laurentino 38. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti