Nuova sentenza shock – Quale Natale per i due “marò”? – Luis, ma che faccia hai?

Fatti e misfatti di dicembre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 12 Dicembre 2012

Nuova sentenza shock 

"Stavo tornando a casa – ha denunciato alla polizia Cecilia Mangini, 85 anni, per anni collaboratrice di Pier Paolo Pasolini – quando un giovane mi ha aggredita, picchiata e rapinata".

Che cosa è allora successo? E’ successo che la polizia è riuscita in breve ad individuare il giovane malvivente, lo ha arrestato e lo ha rinchiuso, in attesa del processo per direttissima, in una cella di sicurezza. Il giorno dopo, al termine di questo processo per direttissima, il giudice ne ha però sentenziato l’immediata scarcerazione. Così, mentre l’ottantacinquenne aggredita e rapinata è stata giudicata guarbile in venti giorni, il suo giovane aggressore e rapinatore ha trascorso dietro le sbarre neppure ventiquattr’ore. Misteri dell’italica giustizia.

Quale Natale per i due "marò"?

"La Corte suprema – giunge notizia dall’India – non ha ancora fissato l’udienza per la decisione finale sulla sorte dei due nostri "marò" Salvatore Girone e Massimiliano La Torre, ma ha fissato in lunedi prossimo l’inizio delle sue nuove ferie".

Significa che ai due nostri "marò" non sarà consentito di trascorrere il Natale nelle proprie case, con le proprie famiglie? Ci si augura di no, che la Corte suprema voglia pronunciarsi prima di lunedi. E, comunque, che il nobile Ministro degli Esteri italiano se ne stia decisamente e concretamente occupando. Magari nell’intervallo tra un tè, un cocktail e una serata di gala. Una dichiarazione in tv e un baciamano a una dama.

Luis, ma che faccia hai?

"Quando sorgono dubbi sulla stabilità e sulla vulnerabilità di un Paese vicino come l’Italia – ha detto un Ministro dell’Economia – ciò ha su di noi un effetto di contagio immediato".

Il Ministro dell’Economia francese? No. Il Ministro dell’Economia tedesco? Neppure. Lo ha detto il Ministro spagnolo dell’Economia, Luis de Guindos. Ma, visto in quali condizioni socio-economiche si trova oggi la Spagna per sue colpe e responsabilità, sarebbe curioso conoscere con quale faccia abbia potuto pronunciare una frase come quella.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti