Nuovo look per il parco di via delle Palme

Dal 28 luglio orto didattico, area ludica, spazio per attività teatrali e un'area cani. Altro sarà fatto a settembre
Enzo Luciani - 29 Luglio 2011

Il 28 luglio è stato inaugurato dal presidente Mastrantonio il nuovo look del parco di via delle Palme, intitolato alcuni anni or sono al primo direttore del Centro Ragazzi Don Bosco, Don Biavati.
I lavori sono il frutto di un finanziamento ottenuto attraverso un Bando Regionale vinto dal Municipio Roma 7 attraverso la partecipazione al progetto dei cittadini, del Centro Sociale per Anziani Manfredi e dei ragazzi del Centro Sociale di Forte Prenestino. L’obbiettivo è quello di riconsegnare un bene funzionale e vivibile ai cittadini, ai loro amici a quattro zampe e ovviamente a bambini e ragazzi a cui che da tempo l’incuria e la delinquenza comune, l’avevano di fatto sottratto.
Orto didattico, una area ludica moderna ed attrezzata, uno spazio da destinare ad attività teatrale e un’area cani dove poter far giocare i propri amici a quattro zampe, sono tra le opere inaugurate.

Ovviamente rimangono ancora dei lavori da eseguire, che l’arch. Tullio (uno dei progettisti) ci dice saranno eseguiti a settembre.

Alla cerimonia inaugurale oltre al presidente Mastrantonio hanno presenziato anche i consiglieri Giuliani, Tesoro e Paoletti, oltre agli assessori Galli e Moriconi.
Gradita è stata la presenza delle forze dell’ordine con il comandante della stazione dei Carabinieri di via dei Pini e funzionari del commissariato di Polizia di Tor tre Teste i quali hanno ribadito la volontà di porre una attenzione particolare per eliminare gli incovenienti segnalati attraverso esposti, dai cittadini residenti.

Nel suo intervento il presidente Mastrantonio ha sottolineato il percorso e i meriti di quanti hanno partecipato alla realizzazione del progetto di recupero del parco e del perché ha anticipato la riconsegna alla cittadinanza della struttura facendola vivere attraverso anche un calendario di iniziative culturali che attraverso la musica e una rassegna cinematografica la farà riscoprire ai cittadini residenti e non solo.

Singolare e partecipata la messa in opera di alcune piantine che faranno parte dell’orto urbano che ha visto all’opera il presidente Mastrantonio e l’ass.re Moriconi coadiuvati da un esercito di interessati bambini. L’orto sarà completato dai frequentatori del centro sociale Manfredi, facenti parte del pool che di fatto gestirà il parco recuperato e con servizi che non possono che avvicinare ancora di più la cittadinanza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti