Oltre 313 milioni di euro per strade, infrastrutture e manutenzione urbana con lo #Sblocca Roma

Altri 60 milioni ai Municipi. Investimenti mirati anche per ponti, scuole, edilizia pubblica e messa in sicurezza del territorio
Redazione - 3 dicembre 2018

“Oltre 313 milioni di euro nei prossimi tre anni, – informa un comunicato del Campidoglio – per intervenire sulla manutenzione urbana e sulla realizzazione delle infrastrutture, rifare strade e ponti, programmare e agire per la messa in sicurezza degli edifici pubblici, delle scuole e del territorio. Questi sono gli obiettivi degli stanziamenti per il Dipartimento Lavori pubblici del Campidoglio (Simu) previsti nel Piano investimenti contenuto nel Bilancio di previsione 2019-2021. Altri 60 milioni di euro vengono assegnati ai Municipi per le opere di loro competenza.

“La nostra visione del futuro non può prescindere dal prendersi cura della città attraverso la manutenzione di strade e infrastrutture, la salvaguardia del territorio, la legalità degli affidamenti per la realizzazione delle opere. Gli interventi che abbiamo deciso di finanziare sono importanti e necessari: nuovi ponti, strade più sicure e consolidamento dei punti fragili del territorio, senza trascurare l’edilizia pubblica. Abbiamo impostato un lavoro nuovo, che punta a una più efficiente programmazione degli interventi, affinché i fondi stanziati dalla manovra ‘Sblocca Roma’ si trasformino al più presto in cantieri e opere per migliorare la vita dei cittadini”, dichiara la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“Abbiamo previsto interventi in gran parte subito cantierabili, grazie a una intensa opera di progettazione svolta durante l’anno. In questo modo sarà dato il via a un ciclo virtuoso che renderà possibile, già dai primi mesi del prossimo anno, vedere nuovi cantieri in tutta la città. Una particolare attenzione è stata posta al dissesto idrogeologico che caratterizza il nostro territorio, prevedendo opere puntuali e attivando nuovi canali di collaborazione per organizzare gli interventi e i finanziamenti. Voglio senz’altro ringraziare il Dipartimento per l’assidua collaborazione”, aggiunge l’assessora alle Infrastrutture, Margherita Gatta.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti