Oltre cinquecento ragazzi al Mennea Day 2015

Si sono sfidati sulla distanza dei 200 metri, cara all'indimenticato recordman pugliese, sulla pista Sandro Martellini dello storico Stadio delle Teme di Caracalla  
di Aldo Zaino - 14 Settembre 2015

Sabato 12 settembre 2015 più di 500 ragazzi hanno partecipato al Mennea Day, correndo sulla pista intitolata al famoso giornalista Sandro Martellini, in una giornata in cui l’Italia dell’Atletica ha celebrato il Grande Pietro Mennea,  nel 36° anniversario del suo record del mondo nei 200 metri.

La manifestazione si è svolta in diverse sedi sportive sparse in tutta Italia. A Roma  il Mennea Day si è corso nello Stadio Sandro Martellini, in concomitanza con la riapertura dello storico impianto delle Terme di Caracalla, dopo il rifacimento del manto rosso della pista.

Sara Simdeoni

Sara Simdeoni

L’inaugurazione per questa data è stata possibile grazie l’interessamento dell’ex Assessore allo Sport di Roma Capitale Paolo Masini. A Caracalla oltre ad un numeroso pubblico erano presenti le massime cariche dello sport: Roberto Fabbricatori Segretario Generale del Coni, in rappresentanza della Fidal il Colonnello Fabio Martelli e Mario Biagini, unitamente a molti dirigenti dell’Amministrazione di Roma Capitale.

Ad assistere alla manifestazione sportiva era presente anche la signora Manuela Olivieri, moglie di Pietro Mennea.

unnamed (1)Come da programma la  cerimonia di apertura  è iniziata   alle 14,45 con una sfilata,  in prima fila,  il Colonnello Fabio Martelli  e Mario Biagini seguiti da tutti gli atleti,  con  in bella vista la bandiera Olimpica. L’organizzazione dell’evento è stata curata , tra gli altri, dalla Fidal Comitato Provinciale Roma e dalla Fondazione Pietro Mennea. La menifestazione è stata trasmessa in diretta da Rai Sport; ospiti della trasmissione: l’Olimpionica Sara Simeoni , tre protagonisti agli Europei di Jiuniores di Eskilstuna Yohanes Chiappinelli (campione Europeo junior 300 siepi) Yaman Crippa ( bronzo 5000m e campione europeo junior cross) e Ayomide Folorunso ( bronzo 400hs,argento e esordiente in Nazionale con la 4×400 nei Mondiali di Pechino.

Giuseppe Vasapollo speaker della trasmissione con il suo simpatico timbro di voce e la sua esperienza ha contribuito a valorizzare l’evento. Gli oratori   e tra questi anche la signora Olivieri hanno auspicato che fra tanti ragazzi possa emergere “Un Campione”che possa dare, come l’atleta barlettano, prestigio all’atletica Italiana.

Il  programma degli orari e delle categorie in gara prevedeva:  15:15 200 mt – valido come Camp. Reg. Ind. AF a seguire 200 mt – valido come Camp. Reg. Ind. AM 15:40 200 mt ESO C F e M a seguire 200 mt ESO B F e M a  seguire 200 mt ESO A F e M 16:30 200 mt RF a seguire 200 mt RM a seguire 200 mt CF a seguire 200 mt CM a seguire 200 mt JF a seguire 200 mt JM 17:45 200 mt SF a seguire 200 mt SM.

Dar Ciriola

unnamed (3)In chiave agonistica, la giornata di gare a Caracalla – oltre 500 gli atleti al via – ha assegnato i titoli laziali individuali Allievi sui 200 metri, eccezionalmente inclusi nel Mennea Day. Al maschile ha dominato in prima serie Mario Marchei  (E Servizi Atletica Futura), tutto in esterna per vincere in 22.47.

Alle sue spalle bene Rija Gardiner (G. Scavo 2000) secondo in 22.76, mentre al terzo posto ha colto un buon 22.78 in quinta serie Mattia Di Panfilo (E Servizi Atletica Futura). Tra le Allieve il successo è andato ad Alessia Tirnetta  (Olimpia Nettuno) con 25.59, con buon margine su Valeria Simonelli (Romatletica Footworks) e la compagna di squadra Noemi Ruggeri, rispettivamente sul podio con 25.86 e 26.53.

L’evento romano ha offerto anche una mostra pittorica collettiva dedicata alla “Freccia del Sud” e della proiezione del film-documentario “Mennea Segreto” firmato da Emanuela Audisio.

unnamed (4)Come sempre lo spirito della manifestazione che come sede naturale è quella dello Stadio Pietro Mennea (Dei Marmi)  vuole andare oltre il significato prettamente agonistico e diventare un momento di coinvolgimento sportivo per tutti. Una giornata per correre insieme, anche senza cronometro, per interpretare liberamente, ognuno a modo suo, quei 200 metri che hanno reso un’icona la “Freccia del Sud” e i suoi valori. Mennea ha conquistato il titolo Olimpico dei 200 metri a Mosca è stato primatista mondiale della specialità dal 1979 al 1996 con il tempo di 19”72 che ancora oggi, costituisce il record europeo.

Pietro Paolo Menna nato a Barletta il 28 giugno 1952 è deceduto a Roma il 21 marzo 2013 (riuscendo a tenere nascosto  il suo male incurabile). Mennea è stato anche un politico e saggista italiano. Laureatosi ben quattro volte, dopo la carriera atletica svolse attività politica e scrisse molti saggi di vari argomenti, esercitando le professioni di avvocato e commercialista.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti