Operazione decoro alla stazione metro Cornelia

L’area interessata dall’operazione è di 8.000 mq
Enzo Luciani - 9 Dicembre 2010

Il Coordinamento per il decoro urbano, istituito presso il Dipartimento Ambiente per ottimizzare e migliorare gli interventi di riqualificazione, questa mattina ha concentrato le proprie squadre nella stazione metro Cornelia. “L’intervento proseguirà anche domani – spiega l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo che ha assistito ai lavori insieme al presidente del XVIII Municipio Daniele Giannini – Dopo tanto lavoro siamo riusciti a istituire una vera e propria task force del decoro per risolvere rapidamente le criticità. Prima vengono effettuati i sopralluoghi in cui si individuano le problematiche da risolvere, poi si interviene in massa con la collaborazione tra i vari Dipartimenti che agiscono nei settore di loro competenza. Aver creato un organismo di coordinamento è fondamentale per ottenere ottimi risultati. Le reazioni e i commenti positivi durante lo svolgimento dei lavori ci fanno capire che i cittadini apprezzano molto questa tipologia di intervento”.

L’area interessata dall’operazione è di 8.000 mq. La task force di Ama ha lavorato insieme agli operatori del Servizio Giardini, alle squadre operative dell’Acea e a quelle dedicate alla defissione che hanno provveduto alla rimozione di 10 cartelloni abusivi. Il Servizio Giardini ha svolto interventi di riqualificazione del verde e di potatura collaborando con le squadre di Ama allo sfalcio dell’erba e alla pulizia degli spazi verdi. L’Acea ha sostituito le lampade non funzionanti, mentre le squadre anti-writers hanno cancellato scritte e graffiti sui muri per circa 1.000 mq. Le squadre del Decoro Ama, inoltre, si sono occupate della defissioni di 300 manifesti abusivi e della pulizia delle strade limitrofe. Il XII Dipartimento ha provveduto alla pulizia delle caditoie mentre il Nucleo di Polizia Urbana ha coadiuvato il coordinamento delle squadre operative certificando le committenze dei cartelloni abusivi ed elevando sanzioni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti