Ospitalità e convivialità a Ischitella nel Gargano

Due componenti del successo del Premio Ischitella-Pietro Giannone
di Maria Giovanna Tarullo - 18 Luglio 2015

Se un premio letterario, di poesia, e per giunta di poesia nei dialetti d’Italia si afferma e si consolida negli anni, nonostante sia organizzato da un piccolo comune del sud, Ischitella nel Gargano, che allo stesso può dedicare delle limitate risorse, ci sarà pure una buona ragione anzi più di una.

Elenchiamole: la passione e la tenacia delle amministrazioni comunali che si sono succedute dal 2004 ad oggi; la dedizione e la testardaggine di un’associazione che non per caso si chiama “Periferie” che cura con professionalità la direzione artistica dell’evento; il prestigio di una giuria composta da illustri docenti universitari e di poeti di chiara fama; la preziosa collaborazione di volontari, di sostenitori e di sponsor che consentono di far fronte alla realizzazione delle serate e all’ospitalità dei poeti (vitto e alloggio).

I poeti vincitori del Premio Ischitella-Pietro Giannone godono della pubblicazione a cura di Edizioni Cofine della raccolta classificatasi prima; primo, secondo e terzo classificato godono dell’ospitalità (vitto e alloggio gratuito) per loro e relativo partner per due giorni; gli stessi si esibiscono in un reading nella serata precedente a quella della premiazione; una scelta dei loro testi è pubblicata sulla rivista di poesia “Periferie” che viene offerta gratuitamente ai partecipanti all’evento.

Ma qui interessa far risaltare un aspetto che distingue ancor più il Premio Ischitella-Pietro Giannone dagli altri pur prestigiosi in ambito nazionale: la ospitalità e la convivialità. Due tratti, resi ancora più preziosi dalla gentilezza e bonomia, caretteristici dei cittadini di questo piccolo paese che, aprendo le porte di casa ai poeti, di anno in anno si qualifica sempre più come piccola città dei poeti.

E non è un caso che 43 poeti che sono transitati per Ischitella le abbiano dedicato dei testi niente affatto di circostanza e del tutto spontanei. Questi testi saranno pubblicati a breve da Edizioni Cofine in un libro a cura di Vincenzo Luciani e con Introduzione di Rino Caputo.

Anche quest’anno Ischitella ha aperto le sue porte ai poeti e ai giurati che sono stati ospiti di B&B e di case private, che hanno potuto condividere la tavola dei loro ospiti come è avvenuto grazie all’ospitalità di Giuseppe D’Errico e Annamaria Agricola in località Torre Varano (prime due foto da sinistra), a quella del ristorante L’Operetta di Giovanni D’Errico (terza e quarta foto), e ai buffet preparati da Mente Locale a Ischitella e da Anna Rita Russo (davvero straordinario e pieno di golosità locali) a Foce Varano. Le foto sono state scattate dal vincitore di quest’anno Paolo Gagliardi.

In queste occasioni poeti, giurati, presentatori, attori e musicisti hanno potuto incontrarsi, conoscersi meglio e al tempo stesso apprezzare le specialità garganiche.

Alla faccia di quel ministro che anni fa ha sentenziato che con la cultura non si mangia

Infine un grande e sentito ringraziamento va agli sponsor e ai sostenitori del Premio Ischitella-Pietro Giannone che hanno contribuito in vario modo alla riuscita della manifestazione: Arte Dolce di Michela Triggiani, Bar Centrale, B&B Sul Corso di Raffaella Falco, B&B Sun & Smile di Tozzi Nicola, By Cosimillo di Russo Anna Rita e Russo Nazario, Coro SS. Crocifisso di Varano, Farmacia Dr. Germano Lustri, Mente Locale Pub, Ristorante Pizzeria Sulle Scale, L’Operetta Osteria di Mare Rodi G.co, Carmela Agricola, Giuseppe D’Errico e Annamaria Agricola, Antonietta Castellucia e la Parafarmacia Uria di Ischitella, Licia Novaga, Pierino e Maria Comparelli, Michele Castelluccia, Valerio Agricola, Michelina Menonna, Mario De Cristofaro.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Contenta che la magia di Ischitella si sia rinnovata…con tutti i suoi partecipanti!!!

Commenti