Pacchi dono, non gravare su difficoltà motorie anziani

Sanoti: " Le istituzioni hanno il dovere di coinvolgere tutte le realtà del territorio"
Enzo Luciani - 9 Settembre 2011

Dopo le polemiche dell’opposizione sui pacchi dono di prima necessità destinati agli anziani agli anziani, questa volta a porre l’accento sull’iniziativa è Fabrizio Santori, membro della Commissione politiche sociali di Roma Capitale e Presidente della Commissione Sicurezza.  “Condividiamo l’iniziativa dei pacchi dono per gli anziani disagiati promossa dall’assessorato alle politiche sociali di Roma Capitale" specifica in una nota Santori che punta il dito contro le polemiche del centro sinistra a suo avviso "strumentali  e pretestuose" e allo stesso tempo evidenzia una  criticità del progetto. "Siamo certi che il progetto- scrive in una nota – se condiviso ed esteso, avrebbe potuto rispondere al meglio alle esigenze degli anziani che invece si trovano costretti ad aderire solo ad alcuni Caf indicati nella lettera istituzionale inviata dal vice sindaco o altrimenti a recarsi tra mille difficoltà nella sede dell’assessorato in Viale Manzoni. Tale aspetto non solo lede il diritto alla semplificazione amministrativa, ma non favorisce neanche una rapida accessibilità ai centri di assistenza fiscale, molti dei quali radicati nei vari quartieri ed impossibilitati ad operare. Le istituzioni, soprattutto quando si tratta di Roma Capitale, hanno il dovere di coinvolgere tutte le realtà del territorio per garantire agli anziani, molti dei quali in gravi difficoltà motorie, di accedere ai servizi offerti”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti