Palazzi allagati in via Flaminia

Corsetto: "Scqua dal sottosuolo. Paura tra i condomini"
Enzo Luciani - 30 Maggio 2012

"Da lunedì 28 maggio tutti gli ascensori del complesso residenziale ‘Papillo’, realizzato un paio d’anni orsono dal gruppo Bonifaci sulla via Flaminia, al Km 8,5, sono stati disattivati perché i pozzetti di fondo corsa sono colmi d’acqua risalita dal sottosuolo.
Lo riporta Riccardo Corsetto, delegato alle Politiche Sociali del Municipio Roma XIX, al quale alcuni inquilini si sono rivolti per denunciare il fatto.

"Sotto le fondazioni del complesso – prosegue Corsetto – sono state scoperte, proprio per la circostanza, pompe idrauliche allestite dal costruttore per aspirare acqua, ma nessuno, nemmeno l’amministratore del complesso sembravano essere a conoscenza della loro presenza e quindi del loro scopo."

"L’evidenza ormai lascia pensare che queste pompe si siano rotte permettendo all’acqua di salire a livelli preoccupanti fino a garage ed ascensori."

"Tra i condomini – riporta sempre Corsetto c’è chi ipotizza una falda acquifera alimentata dall’estrema vicinanza al Tevere."

"L’amministratore, al quale mi associo energicamente – ha chiesto un incontro urgente con il costruttore Bonifaci."
"Visto quel che sta accadendo – conclude – alfine di opporci ancora più motivatamente all’accordo di programma che potrebbe consentire 10 mila metri quadrati di cemento accanto alla Stazione Due Ponti, a pochi metri dal Papillo, chiederò al Dipartimento competente di Roma Capitale – e se necessario attraverso un esposto alla Magistratura – una dettagliata relazione idrogeologica dell’area."


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti