Palumbo (PD): ”per biblioteca Rispoli recuperare spazio dal patrimonio comunale”

Redazione - 29 Luglio 2017

Da gennaio la storica biblioteca Rispoli, in piazza Grazioli 4, è chiusa per lavori agli impianti.

La notizia che la biblioteca chiuderà del tutto “per risparmiare i costi della locazione. Si fa economia sulla cultura e si chiude uno spazio del centro storico che non ha eguali”, commenta in una nota il consigliere del PD capitolino Marco Palumbo.

“L’ irritazione più grande è che in questi mesi nessun dipartimento del comune – continua il Consigliere – si è preoccupato di ricollocare la biblioteca in uno dei tanti locali a disposizione del patrimonio comunale. Si tratta di un danno enorme per centinaia di utenti, studiosi e giovani universitari che quotidianamente frequentavano un luogo simbolo della cultura nel centro storico di Roma e che attendevano la riapertura della biblioteca. Restano 38 mila volumi impacchettati, tra cui molti di particolare valore e in cerca di collocazione. Finisce la mediateca, i corsi per stranieri e gli incontri con gli autori. Resta la desolazione di aver per perso l’ennesimo luogo della cultura.”

“Non vorremmo – conclude Palumbo – che per  sciatteria e disinteresse che hanno più volte contraddistinto l’azione amministrativa di chi governa il Campidoglio, si rinunci per sempre alla ricerca di eventuali alternative. Confidiamo nell’attenzione e nella sensibilità del presidente di Istituzioni biblioteche, Paolo Fallai, certi che non sarà lui a recitare il ‘de profundis’ per la biblioteca Rispoli.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti