Parco degli Acquedotti senza acqua

Dopo sette mesi ancora non è stato disposto l'allaccio alla rete idrica di una delle due fontanelle nell'area cani
di M.G. T. - 21 Novembre 2012

50 mila euro per due aree cani attrezzate nel Parco degli Acquedotti. Fin qui nulla di strano, visto che i residenti del X municipio attendevano da tempo l’apertura di questi spazi (il primo con ingresso da via Alessandro Viviani e l’altro all’incrocio tra via Lemonia e Circonvallazione Tuscolana), l’unico problema è quello che solo una delle fontanelle installate è dotata di allaccio all’impianto idrico. 

Una bella fregatura per i cittadini che pensavano di aver ottenuto ciò che desideravano e invece si ritrovano con uno spazio del tutto inutilizzabile."Un parco di queste dimensioni, bellissimo e molto frequentato – fanno sapere i residenti – necessitava di due aree cani. Abbiamo aspettato anni prima di riuscire ad ottenere uno spazio adeguato, ma come succede in Italia una volta arrivato è disorganizzato e inutilizzabile". 

All’inaugurazione degli spazi, ben sette mesi fa, erano presenti il presidente della Commissione capitolina all’Ambiente Andrea De Priamo e l’assessore all’Ambiente Visconti che pomposamente hanno consegnato le due aree ai residenti ed ai loro amici a quattro zampe, ma non si sono accorti che nessuno aveva provveduto a richiedere all’Acea l’allaccio per una delle due fontanelle.

Dar Ciriola asporto

Ormai sono mesi che viene segnalato il problema alle autorità competenti. Quanto ancora si dovrà aspettare per vedere, finalmente, sgorgare dell’acqua dalla fontanella?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti