Parco della Cellulosa. No al comodato d’uso al Comitato

Stampete: “Parco fondamentale per il quadrante nord-ovest della città”. Azuni: “Proroga del comodato d’uso a titolo gratuito a favore del Comitato”.
di Serenella Napolitano - 28 Luglio 2011

Il parco della Cellulosa in zona Casalotti a Roma chiede tutela al Comune di Roma.

Il 25 luglio 2011 il consigliere del Pd Roma Capitale Antonio Stampete, incalzato dal Comitato promotore del Parco, ha dichiarato in un una nota che “A tre anni dall’insediamento della giunta Alemanno non si sa ancora che fine hanno fatto i fondi per l’acquisizione del parco della Cellulosa nel XVIII municipio”.

“Il centrosinistra nel 2007 aveva stanziato 2,5 milioni di euro, ridotti ad 1,5 nella prima rimodulazione fondi di Roma Capitale apportata dall’attuale giunta – spiega Stampete – si tratta di un parco fondamentale per il quadrante nord-ovest della città ed in particolare per i quartieri Casalotti e Selva Candida”.

Infatti come si apprende dal sito del Parco della Cellulosa, all’interno dell’area, vengono organizzati concerti, come l’ultimo che ha visto protagonista il mondo del jazz; c’è un’area riservata a servizi bibliotecari ed inoltre c’è la possibilità di usare il parco con feste ed iniziative che possono riguardare mostre, ma anche rievocazioni storiche. Insomma uno spazio verde molto importante per i cittadini.

“Le trattative risultano concluse già da mesi – sottolinea il consigliere Pd – si attende solo l’atto di acquisizione da parte della giunta e in particolare degli assessorati all’Ambiente e al Patrimonio per poi essere ratificato in aula consiliare. Non comprendendo le ragioni di ulteriori e inammissibili ritardi – conclude Stampete – sollecito la giunta e gli assessori a definire l’iter conclusivo del provvedimento di acquisizione del parco. Al contrario sarebbe, e non solo da parte mia, lecito immaginare ulteriori impedimenti relativi a nuove rimodulazioni a danno dei cittadini dei quartieri interessati da anni in attesa del nuovo parco pubblico”.

Sulla questione è intervenuta anche il consigliere comunale Sel, Gemma Azuni che in una nota ha dichiarato: “ In questi ultimi anni la sorveglianza e la tutela svolta da Comitato ha reso possibile la fruizione di questa area del parco a tutta la popolazione della zona. Oggi questo impegno, svolto volontariamente, viene vanificato con disagi per la popolazione e con ripercussioni anche sul patrimonio vegetativo.
“Mi sono fatta portavoce di questo disagio – continua la Azuni – inviando in data odierna una nota indirizzata all’Assessore all’Ambiente e all’Assessore al Patrimonio con la quale chiedo, a tutela dell’interesse della collettività, di conoscere in quale fase si trova la trattativa di acquisizione del Parco e quali sono gli ostacoli da superare, vista la disponibilità di fondi per l’acquisizione e gli atti amministrativi già in itinere da parecchi mesi . Inoltre sollecito gli Assessori Visconti ed Antoniozzi – conclude il consigliere – a farsi promotori per una ulteriore proroga del comodato d’uso a titolo gratuito del Parco della Cellulosa, a favore del Comitato Promotore del Parco della Cellulosa, per arrivare alla soluzione del problema nel tempo più breve possibile.”

Intanto, per il 30 luglio 2011alle 10 presso il Parco della Cellulosa, il Comitato del Parco ha indetto un’assemblea pubblica per spingere le Istituzioni a trovare una soluzione affinchè non si perda uno spicchio di verde prezioso per i cittadini


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti