Parole al tempio di Domenico Gilio alla Biblioteca Casanatense

Giovedì 13 dicembre 2012 in via di S. Ignazio 52 a Roma
Enzo Luciani - 12 Dicembre 2012

Giovedì 13 dicembre 2012 alle ore 17 alla Biblioteca Casanatense in via di S. Ignazio, 52 a Roma presentazione del volume Parole al tempio di Domenico Gilio (Edilazio, 2012, pp. 120, 12 euro)

Relatori: Marco Onofrio, scrittore e critico letterario; Raffaello Utzeri, scrittore

Il LIBRO

La svolta creativa di Gilio – che questo libro testimonia con la forza della sua meditata e profonda distillazione – parte da una conversione intellettuale che lo conduce a una volontaria graduale metamorfosi poetica: la ritualità del Creativo diventa un sacrificio in cui si privilegiano la rinuncia e l’offerta. La conversione non è quanto etimologicamente significa, un ritiro dal mondo, ma un avanzamento pensoso, dubbioso e spesso guardingo, verso livelli di coscienza del mondo sempre più alti. Riducendo la dimensione spaziotemporale a un “qui ovunque” e a un “ora sempre”, l’Autore sacrifica la poesia fatta di poesie dei buoni sentimenti e le mozioni degli affetti, prevalentemente intimistiche, per riflettere sulla trascendenza; rivisitare, al di là delle ambientazioni, gli stati d’animo e i momenti lirici, le aspirazioni e i ragionamenti, per ricondurli alla sintesi espressiva di una più coerente, sublimata e sublimante, ricapitolazione dell’esistere. Da oggi queste Parole al tempio vengono consegnate ai lettori, con intenzione speciale a coloro che instancabilmente percorrono il cammino della composizione verbale; per tutti loro, e non solo per loro, questo intervento della coscienza nella realtà odierna può essere indicato anche come un salutare viatico.
(dalla Prefazione di Raffaello Utzeri)

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti