Pd V Municipio: «Pronta diffida per assessore Pulcini, da lui calunnie senza fondamento»

«Intanto i parchi sono in uno stato pietoso e oggi, alla riapertura, sono inutilizzabili»
Redazione - 6 Maggio 2020

«Un certo Pulcini – scrivono in una nota del 5 maggio il capogruppo dem in V Municipio Alessandro Rosi, il segretario del Pd V Municipio Riccardo Vagnarelli e l’ex presidente del V Municipio Giammarco Palmieri – che sulla carta fa l’assessore all’Ambiente del V Municipio, nei fatti dimostra il totale fallimento della sua amministrazione. Nonostante abbia ricevuto uno stanziamento di 660mila euro sul verde, undici volte più del passato, i parchi sono in uno stato pietoso. Tanto che oggi, alla riapertura, sono inutilizzabili.»

«Ma – continua la nota – invece di ammettere la propria incapacità, è più facile insultare chi lo ha preceduto vagheggiando sui giornali di presunte gestioni non trasparenti. Naturalmente, lo pseudo assessore Pulcini si guarda bene dall’andare in Procura a denunciare i fatti ai quali allude. E non ci va per un semplice motivo: non c’è nulla da dichiarare. Le sue frasi sono solamente false e calunniose. Ma noi, a differenza sua, ci muoveremo nelle opportune sedi per tutelare la nostra immagine. È giusto che i 5stelle, abituati a sparare a zero su social e giornali, inizino anche a prendersi le responsabilità di quello che dicono.»

«Le giunte di centro sinistra nel nostro territorio – spiega la nota – sono un esempio di trasformazioni urbane e onestà: più di 100 gare pubbliche, per più di 18 milioni di euro di servizi, senza un giorno di chiusura dei servizi, senza neanche un avviso di garanzia, in un periodo in cui la città era seriamente sotto osservazione della magistratura. Questo è stata la giunta che ha preceduto quella attuale. Ma l’assessore continua a denigrare la vecchia amministrazione per nascondere tutti i limiti di questi anni di malgoverno nel V Municipio. Come PD non faremo passare questa, ennesima, provocazione e denigrazione nei confronti del partito.»

Fresco Market
Fresco Market

«Pulcini – conclude la nota – dovrebbe pensare a risolvere i problemi sul territorio e non fare mera propaganda con i soliti spot elettorali. Nessuno ci crede più e la realtà è ben altra. I cittadini stanno ancora aspettando risposte, esempio, sul Parco di Centocelle. L’assessore continua a postare foto bellissime di un municipio stile “Alice nel paese delle meraviglie” ma la realtà è ben diversa. I cittadini sono i primi ad accorgersene e saranno loro a dare il giudizio con il loro voto.»

Centocelle, Morandi e De Chirico, tre storie di Parchi in degrado


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti