Laboratorio Analisi Lepetit

Per cinque settimane, dal 25 maggio al 30 giugno “Il 7 si fa in 4”

Un'occasione di incontro e di riscoperta per il Municipio e le varie realtà culturali che lo caratterizzano
Enzo Luciani - 25 Maggio 2012

Protagonisti insieme. È questo il motto de “Il 7 si fa in 4”, la manifestazione voluta dal Municipio Roma VII che per cinque settimane, dal 25 maggio al 30 giugno, sarà occasione di incontro e di riscoperta per il Territorio del Municipio e le varie realtà che lo caratterizzano: il volontariato, le istituzioni locali, il terzo settore, i cittadini. La manifestazione è stata presentata il 24 maggio, a Roma, alle ore 11.00.

Ogni giorno, nel Parco Madre Teresa di Calcutta, in Viale Palmiro Togliatti (angolo via delle Siepi) l’appuntamento è con spettacoli, concerti, dibattiti, eventi culturali e sportivi a ingresso libero per unire le varie anime del Territorio e condividerne eccellenze e criticità.

Una manifestazione diversa dai tanti eventi dell’Estate Romana: già nella prima edizione, “Il 7 si fa in 4”, quest’anno alla seconda, ha dato ai Cittadini la possibilità di raggiungere realtà, associazioni che non conosceva e che gli sono state utili. «Uno degli obiettivi più importanti, oltre a far vivere il Territorio, è stato quello di rafforzare la rete presente sul Territorio stesso», ha dichiarato Giuseppe Pungitore, Assessore alle Politiche Sociali del Municipio Roma VII. «Molte delle associazioni a volte non sanno dell’esistenza delle altre: la nostra manifestazione ha consentito di metterle in rete tra di loro, dialogare, confrontarsi, e fare cose comuni».

«È un’iniziativa realizzata senza alcun contributo economico del Muncipio, ma con un grande contributo operativo», ha precisato Elisa Paris, Presidente di Nuove Risposte, una delle cooperative che organizzano la manifestazione, che gestisce la ristorazione e coordina l’evento. Le altre sono Assalto Al Cielo, che cura la logistica e P.M.1, che si occupa di comunicazione. Abbiamo raccolto le esigenze delle associazioni del Territorio, e credo che molte altre ne arriveranno. Il programma che oggi è stato presentato potrà essere modificato e condiviso continuamente: gran parte degli spettacoli e delle iniziative sono ideate e realizzate dalle associazioni e dalle cooperative che operano tutto l’anno sul territorio».

«“Protagonisti insieme” è un sottotitolo molto importante», ha ribadito Ruggero Ferreri, Presidente di P.M.1 Cooperativa Sociale Onlus. «Il Municipio Roma VII è un Territorio molto ricco, anche di differenze: oltre alle cooperative sociali e alle associazioni culturali saranno coinvolte le comunità straniere, le associazioni di volontariato e i Centri di Servizio per il volontariato del Lazio Cesv e Spes, con dibattiti e possibilità di affrontare argomenti molto a cuore del Municipio. Le differenze nel Municipio Roma VII sono anche quelle generazionali, con bambini, adulti e anziani, che saranno coinvolti nelle attività e nei laboratori. Possiamo dire che il Municipio Roma VII è un bel laboratorio».

«Vedere realtà che si confrontano e si rimboccano le maniche, superando le difficoltà e le contraddizioni che possono crearsi in un territorio con tante ricchezze, ma anche tante problematiche è importante», ha dichiarato Aimone Spinola di Assalto al cielo. «Il fatto che i Cittadini, nelle forme associative che si sono dati, abbiano dato una risposta alle proprie esigenze riteniamo sia d’esempio per chi lamenta una situazione che tutti soffriamo: la carenza di servizi in certe zone delle nostre metropoli».
«“Il 7 si fa in 4” è un foglio bianco che mettiamo a disposizione del Territorio, a cui chiediamo di riempirlo di contenuti», ha dichiarato Pungitore. «È un’iniziativa che tende a valorizzare le sue risorse: dare la possibilità ai ragazzi che suonano nelle band, o che fanno teatro, agli alunni delle scuole, alle associazioni di volontariato e alle cooperative sociali di portare alla luce il loro lavoro. Riuscire a costruire e rafforzare la rete territoriale per tenere il tessuto democratico è importante». Una rete che continua a infittirsi, viste le alte richieste di partecipazione.
«Quello che più ci interessa», ha dichiarato Roberto Mastrantonio, Presidente del Municipio Roma VII, «è che, con questo evento, sia favorita la partecipazione dei Cittadini, soprattutto delle associazioni culturali, di volontariato, delle cooperative sociali, di quello che è il tessuto socio-economico del nostro Territorio: offriamo la partecipazione anche alle scelte, e offriamo a tutti un momento di dialogo e di dibattito importante sui temi della cultura, della scuola, della gestione del Territorio, dell’ambiente, e del dialogo e del confronto tra culture, che nei nostri territori sono una sfida quotidiana, che può essere vinta solo mettendo i Cittadini nelle condizioni di dialogare con l’altro. Quest’anno raggiungeremo l’obiettivo che ci siamo prefissati: in una situazione di crisi economica che è anche sociale, e che fa sentire i Cittadini sempre più soli, ed è anche crisi della politica che ancora crede di poter gestire scelte importanti per la Cittadinanza nel chiuso di una stanza, pensiamo, con questa iniziativa, di dare una risposta importante», ha continuato Mastrantonio. «C’è una grande produzione culturale, nei Territori di questa città, che chiede solo una possibilità di espressione. C’è una realtà di Cittadini che ha instaurato un rapporto con il Municipio e partecipa a tutte le iniziative che facciamo, come quella del Teatro del Quarticciolo o la protesta contro le cementificazioni di Casa Calda. Tutto questo percorso sociale, culturale, politico, ambientale, avrà un momento di sintesi per ripartire, per proporre un modello di gestione della città che sia veramente alternativo, un modello fondato sulla partecipazione dei Cittadini. C’è davvero la possibilità di fare un evento di cui parlerà tutta quanta la città».

Ma “Il 7 si fa in 4” è anche un’occasione per stare insieme e divertirsi, semplicemente. Trovate il programma (in allegato) anche su www.il7sifain4.it. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti