Per non dimenticare…Alessandro Bini

Sabato 2 febbraio 2013 presso l'impianto sportivo intitolato al giovane morto sul campo a Colli Albani una partita di solidarietà in sua memoria
Enzo Luciani - 29 Gennaio 2013

Sabato 2 febbraio 2013, alle ore 14,30, nell’impianto sportivo “Alessandro Bini” presso l’Istituto Leopoldo Pirelli in via dei Colli Albani si svolgerà un pomeriggio all’insegna dello sport in memoria di Alessandro Bini, scomparso, a soli 14 anni, il 2 febbraio 2008, su un campo di calcio durante la gara Almas – Cinecittà Bettini, partita del Campionato Giovanissimi Provinciali 1993, a causa di un rubinetto posto a meno di un metro dalla linea del fallo laterale.

A distanza di cinque anni il suo ricordo è più vivo che mai e la società Colli Albani Calcio a 5, nelle persone dei suoi presidenti, Domenico De Cicco e Amedeo Natalini, in collaborazione con l’Associazione Bini, hanno voluto organizzare l’iniziativa “Per non Dimenticare…Alessandro Bini”. Una manifestazione per ricordare un atleta che amava lo sport ma soprattutto la vita, un momento di sport e non solo, rivolgendo a quanti volessero, l’invito a partecipare.

Il programma della manifestazione prevede l’inizio alle ore 14,30 con un torneo di bambini categoria pulcini anno 2003- 2004. Oltre la Colli Albani Calcio a 5, hanno aderito all’iniziativa Cinecittà Bettini, Pol. De Rossi, Almas Roma, Centro Tecnico Rossonero, San Gaspare del Bufalo. Le squadre saranno divise in due gironi e le prime classificate si affronteranno nella finale. Ma non ci saranno nè vinti né vincitori. Ognuno di loro indosserà infatti una maglietta di colore diverso con una foto di Alessandro: saranno tutti uniti nel suo ricordo.

Farmacia Federico consegna medicine

Al termine del torneo, alle ore 17, si svolgerà una funzione religiosa, un breve momento di raccoglimento in cui Don Luciano insieme a tutti i ragazzi rivolgeranno il pensiero a Alessandro.
A seguire la partita, categoria Juniores, tra il Colli Albani calcio a 5 e la squadra “Gli amici di Ale”, composta da ragazzi che quel tragico 2 febbraio di cinque anni fa erano con lui sul campo, oltre a tanti amici che vogliono essere presenti, perchè lui che è ancora vivo nei loro cuori.

Sarà l’occasione, nel ricordo di Ale, per lanciare il messaggio che lo sport è e deve sempre essere sinonimo di sicurezza, divertimento e vita perché come diceva Alessandro “divertiamoci insieme e… corriamo incontro alla vita”. L’anniversario quest’anno capita di sabato. Come quel sabato di 5 anni fa, quando un ragazzo come tanti, si accingeva a giocare una partita, a divertirsi, magari a segnare un goal per andare a festeggiare con i compagni sotto la tribuna. Poi la doccia e di nuovo a casa con i suoi genitori. Tutto questo è svanito in un freddo pomeriggio, che doveva essere un momento di sport e che si è trasformato invece in un giorno di dolore.

Per questo l’Associazione Bini, con Delia e Claudio in prima fila, lotta da cinque anni perché quanto successo non si ripeta, perchè giocare è un diritto dei ragazzi e garantire la sicurezza un dovere dei grandi. Siamo sicuri che Alessandro sarà su quel campo insieme a tutti coloro che lo rendono ancora vivo; felice di vedere tanta partecipazione e “Per non dimenticare”. Quel terribile giorno ha cancellato la vita di Ale ma nulla potrà mai cancellare il suo sorriso. Lui vive nelle parole di mamma Delia e papà Claudio, nei suoi parenti e amici, in tutti coloro che lo hanno conosciuto purtroppo dopo quel tragico pomeriggio.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti