Per Palma Bucarelli, a cento anni dalla nascita

Una giornata di studi per ricordare, a cento anni dalla nascita, Palma Bucarelli, mitica Soprintendente alla Galleria nazionale d’arte moderna
Enzo Luciani - 25 Novembre 2010

Giovedì 25 novembre 2010 dalle 9.30 alle 18.00 presso la Biblioteca nazionale centrale (viale Castro Pretorio 105 – parcheggio interno- info.064989-339/344, ufficio stampa@bnc.roma.sbn.it) si svolgerà una giornata di studi per ricordare, a cento anni dalla nascita, Palma Bucarelli, mitica Soprintendente alla Galleria nazionale d’arte moderna, protagonista di innumerevoli battaglie critiche a difesa dell’arte contemporanea nel contesto ancora chiuso e provinciale del secondo dopoguerra. Grazie al suo innovativo lavoro museografico, il grande pubblico italiano ha potuto conoscere artisti come Picasso, Mondrian, Kandinskij, Rothko, Pollock, Burri, Capogrossi, Pascali.

L’incontro ha lo scopo di riunire gli studiosi che negli ultimi anni si sono occupati del personaggio Palma Bucarelli, indagandone il ruolo “scandaloso” nella pubblica amministrazione, l’autorevolezza nel dibattito artistico del secondo dopoguerra, il carisma personale e la centralità nella vita cultural-mondana della Capitale. Verranno presentati in questa occasione documenti inediti che fanno luce su aspetti ancora poco indagati della vita e dell’opera della Bucarelli, dal carteggio con Giulio Carlo Argan a quello con Paolo Monelli, dai litigi con Giorgio De Chirico a quelli con Renato Guttuso.

A ricordarla, tra gli altri, Sandra Pinto (ex soprintendente alla Galleria nazionale d’arte moderna), Lorenzo Cantatore (curatore dei suoi scritti), Rachele Ferrario (autrice di una recente biografia per Mondadori), Luisa Montevecchi (responsabile dell’archivio Bucarelli), Mariastella Margozzi,curatrice della grande mostra alla Galleria nazionale d’arte moderna Palma Bucarelli. Il museo come avanguardia, che ha dato il via alle celebrazioni di questa grande signora dell’arte contemporanea.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti