Perquisite le abitazioni di 13 appartenenti alla tifoseria laziale per gli adesivi offensivi della memoria di Anna Frank

rinvenuto materiale riconducibile alla fazione ultras degli IRRIDUCIBILI e alla destra extraparlamentare
Redazione - 27 Ottobre 2017

Questa mattina, 27 ottobre 2017, la Digos di Roma, in collaborazione con il Commissariato di P.S di Prati, ha eseguito 13 perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti appartenenti alla componente oltranzista della tifoseria laziale nei cui confronti sono state avviate le indagini nell’ambito del procedimento penale concernente i comportamenti discriminatori posti in essere nella curva sud dello stadio Olimpico, in occasione della partita Lazio-Cagliari del 22 ottobre scorso.

“I predetti – si legge nel comunicato dell’Ufficio stampa della Questura – sono stati riconosciuti tra gli autori materiali che hanno apposto adesivi dal contenuto antisemita tra i quali l’effige della giovane deportata ebrea Anna Frank con indosso una maglia della Roma”.

 

“Nel corso dell’operazione di polizia giudiziaria è stato rinvenuto materiale riconducibile sia alla fazione ultras degli IRRIDUCIBILI, sia alla appartenenza a contesti politici della destra extraparlamentare”,

informa la Questura, che anticipa che sono in corso, da parte della Polizia, “ulteriori indagini tese all’individuazione di altri soggetti per i quali la Procura di Roma procederà alla contestazione del reato di discriminazione ed incitamento all’odio razziale”.

Tutti gli indagati sono stati sottoposti con effetto immediato al Divieto di Accesso alle manifestazioni Sportive.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti