Piena del Tevere in XV Municipio

Paris: "stiamo lavorando da soli e al buio"
Enzo Luciani - 14 Novembre 2012

Il presidente del XV Municipio accusa l’amministrazione comunale di aver lasciato il municipio solo, nell’affrontare l’emergenza esondazione del Tevere. “Voglio denunciare – scrive il minisindaco in una nota – l’assurdo silenzio dell’Ufficio  Protezione Civile del Campidoglio che  non ha fornito alcuna comunicazione rispetto alla piena del Tevere che sta creando seri problemi anche nel Municipio XV. Fortunatamente  il  Municipio  riesce a  gestire il territorio anche nelle emergenze, con responsabilità, prontezza e autonomia.

Soprattutto in zona Magliana, questa mattina abbiamo evacuato con successo  scuole, asili nido e attività produttive, mettendo  in sicurezza circa 300 persone tra cui molti  senzatetto che  dimorano lungo l’argine di nostra competenza.    La disponibilità  dell’Ufficio tecnico e del XV Gruppo della Polizia Locale ci sta consentendo di far fronte a  una  situazione  tanto grave quanto ‘sconosciuta’. Noi speriamo di poter continuare così ma non abbiamo certezze, visto  che non ci è stato comunicato ufficialmente nemmeno l’orario in cui è prevedibile la  piena del Tevere sul nostro territorio. Il Campidoglio non si è mosso neppure  a fronte dei nostri ripetuti tentativi di contatto, costringendoci a lavorare ‘al buio’ e con urgenze evitabili.  Purtroppo,  anche in questo caso, si conferma  l’inadeguatezza e l’immobilismo  del Campidoglio  che lascia il Municipio solo nell’emergenza e  mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini con l’assenza di programmazione.”   Ringraziamenti alle forze attualmente impegnate a gestire l’emergenza causata dall’esondazione del Tevere a Magliana, arrivano anche dal consigliere municipale Augusto Santori. "Un lavoro importante che va avanti già da ieri e che vede il XV Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale e la Protezione Civile a lavoro per salvaguardare l’incolumità dei cittadini della zona”, dichiara in una nota.   “In particolare grazie al lavoro di decine di addetti della Protezione Civile – prosegue Santori – sono stati messi in salvo circa mille senza fissa dimora, in maggior parte rom, che vivevano tra le baracche presenti sulle rive del fiume Tevere e che fortunatamente ora si trovano sulla pista ciclabile e all’interno del quartiere. Encomiabile il lavoro dei vigili che hanno completamente svuotato gli uffici e che si trovano tutti, compreso il Comandante, sul territorio di Magliana. Evacuato anche il campo di calcio della società Pian Due Torri e a rischio rimane la zona di Santa Passera”.      

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti