Pista da skateboard a Magliana

Augusto Santori (La Destra): “Risorse tolte a manutenzione strade per ultima trovata pubblicitaria del centrosinistra”
Enzo Luciani - 12 Febbraio 2013

“E’ quasi tutto pronto per l’ultima trovata del Presidente Paris in Municipio XV: nascerà la pista da skateboard a Magliana, un quartiere con ben altre esigenze e che per l’ennesima volta si trova strumentalmente a rappresentarsi come il palcoscenico mediatico della sinistra”, così dichiara in una nota Augusto Santori, Capogruppo de La Destra in Municipio XV, commentando i lavori attualmente in esecuzione in Largo Collodi e che vedranno la nascita di una pista da skateboard.

 “A tutti gli effetti si tratterebbe di un’opera pubblica – aggiunge Santori – ma non figura in bilancio perché le risorse necessarie sono state reperite dalla manutenzione ordinaria a disposizione degli uffici tecnici del Municipio. Fondi che potevano essere impiegati per la risistemazione di strade, marciapiedi e scuole. Dalla nota di spesa preventiva inviata al sottoscritto solo i lavori di predisposizione costeranno 40mila euro, più oltre 20mila di arredi urbani acquistati per l’installazione della pista. In particolare, i fondi per l’arredo urbano sarebbero potuti servire per panchine e altri arredi, di cui i cittadini da tempo sentono il bisogno con segnalazioni continue, sia a Magliana che in altri quadranti del territorio municipale”.   “In sé tengo a precisare che nulla si avrebbe rispetto a un progetto di questo genere – conclude Santori – ma contestiamo il quadro delle scelte adottate. Da una parte il quartiere, tra associazioni e comitati, non è stato minimamente consultato, dall’altra crediamo che in un momento di forti compressioni di spesa sia necessario pensare ad opere prioritarie e che più hanno a che vedere con la quotidianità del comune cittadino. Uno su tutti è il caso di Via della Magliana Nuova: arteria di primaria importanza caratterizzata da vere e proprie voragini. In questo caso le segnalazioni non arrivano solo dagli automobilisti e dai centauri che l’attraversano, ma addirittura dai residenti i quali, per il trambusto notturno causato alle sospensioni delle automobili dalle voragini presenti, non riescono neanche a dormire. Insomma si tratta dell’ultima trovata mediatica di Paris prima di metter fine a quindici anni di governo d’immagine e di negligenze verso i quartieri del XV Municipio”.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti