Planet-Aia 2016: Prevenzione e Fair Play

Per il secondo anno consecutivo il Comitato Regionale Arbitri del Lazio ha deciso di aderire al progetto, presentato il 24 febbraio presso il V municipio di Roma
Redazione - 25 Febbraio 2016

Per il secondo anno consecutivo il Comitato Regionale Arbitri del Lazio ha deciso di aderire al progetto “Planet-AIA” con l’Associazione Planet Onlus della presidente dott.ssa Luisella Di Curzio e del presidente onorario Avv. Francesco Figliomeni.

presIl progetto è stato presentato il 24 febbraio nella Sala Consiglio del V municipio in via Perlasca, alla presenza del presidente del V municipio Giammarco Palmieri che ha plaudito all’iniziativa che unisce l’aspetto educativo teso alla sportività e la prevenzione cardiologica. E’ intervenuto anche il consigliere regionale Fabrizio Santori con delega alla Salute e Politiche Sociali che ha dato atto dell’impegno profuso in questi anni dall’associazione Planet Onlus ed ha illustrato brevemente una proposta di legge regionale per la prevenzione cardiologica.

Defibrillatori, Formazione e Cultura Sportiva sono i temi caldi, coesi in un duplice obiettivo: la prevenzione cardiologica e il fair play nelle manifestazioni sportive. Nella scorsa edizione partecipò anche il CRA Calabria, quest’anno il CRA Marche e il CRA Umbria.

pubblicoCon i fondi del 5×1000, Planet Onlus continuerà l’opera di solidarietà provvedendo alla donazione dei defibrillatori nelle scuole di Rieti, Viterbo, Ceccano ed Aprilia per il Lazio, di Ancona, Jesi e Chiaravalle per le Marche, di Cascia e Terni (due scuole) per l’Umbria, provvedendo altresì a finanziare la Formazione all’uso dell’apparecchio salvavita per operatori scolastici ed associati A.I.A., per un totale di 28 del Lazio, 24 delle Marche e 24 dell’Umbria.

Il progetto culminerà con la formazione all’uso del BLS-D per circa 80 operatori scolastici e associati A.I.A. e di dieci defibrillatori nelle tre regioni, più uno donato per l’occasione al nostro Comitato.

premiazPer l’A.I.A. erano presenti all’incontro: i presidenti regionali Luca Palanca (Lazio), Gustavo Malascorta (Marche) e Luca Fiorucci (Umbria). Presenti anche Fabrizio Pasqua, arbitro CAN B della Sezione di Tivoli, Giuseppe Quaresima, segretario del CRA Lazio, e Gianluca Chiari, componente della Prima Categoria umbra, nonché due presidenti di Sezione, Luigi Gasbarri di Viterbo e Paolo Iaboni di Frosinone, ringraziati per l’eccellente lavoro di reclutamento e formazione che si fa nelle 210 sedi sparse sul territorio italiano.
Durante l’ora e mezza di presentazione del progetto, ciascun Presidente ha voluto omaggiare la Planet Onlus circa la bontà dell’iniziativa e la voglia reciproca di dare un segnale di fair play e cultura sportiva alle nuove leve, andando – con l’occasione prossima della donazione del defibrillatore – a presentare nella giusta luce nelle scuole la figura fondamentale per la pratica sportiva dell’arbitro, stimolando curiosità nei ragazzi e dimostrando che si è arbitri anche fuori dal terreno di gioco.

premiaz1Tutti i dirigenti arbitrali hanno voluto evidenziare come sia importante la cultura nei campi di gioco, specialmente nelle categorie giovanili in cui operano giovani fischietti, troppo spesso brutalmente attaccati e quasi mai supportati nel loro stesso percorso di crescita.

Menzione speciale è stata fatta nei diversi interventi circa la prevenzione, al fine di evitare spiacevoli episodi che ancora oggi accadono negli impianti: ricorreva proprio il 24 febbraio infatti il decimo anniversario della morte di Giorgio Castelli, giovane calciatore di una società sportiva operante nello stesso municipio. A Castelli i presenti hanno tributato un caloroso applauso alla memoria.

Nelle parole di Fabrizio Pasqua è stato vivo il ricordo di Piermario Morosini, scomparso in un Pescara-Livorno. Lo stesso Pasqua, presente come quarto ufficiale, ha ricordato la concitazione e l’emozione di quei tragici momenti.

f80b68e1-4ea0-4b02-bb0b-915461077193Il dott. Francesco D’Agostino, cardiologo della “ASL Roma B”, tramite slides, ha spiegato il funzionamento del cuore, la differenza fra arresto cardiaco e morte improvvisa e di quanto sia importante fare check-up completi ai ragazzi che fanno attività agonistica. Sullo stesso tema è intervenuto brevemente anche il dott. Cosimo Commisso, cardiologo del “Policlinico Casilino”, le cui parole hanno colpito molto i tre dirigenti regionali.
Al termine della conferenza, targhe ricordo ai presenti e la donazione del defibrillatore al Comitato Regionale Arbitri del Lazio, con un commosso Luca Palanca che ha ringraziato ancora una volta la Planet Onlus per la stima e l’opportunità concessa di cooperare anche quest’anno con la suddetta iniziativa.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti