“Play Hospital”, l’importante valore del gioco in ospedale

Presentato, al Bambino Gesù in Roma, il Progetto firmato "LeuceVia" che vedrà il Day Hospital Onco-Ematologia ricevere ogni giorno, per almeno un anno, un flusso continuo di giocattoli da destinare ai piccoli pazienti
L. P. - 19 Luglio 2019

L’iniziativa “Play Hospital” prende vita dalla storia di Olga Sbutega, la mamma di una piccola paziente che, consapevole delle potenzialità e del valore prezioso delle attività ludiche per i bambini, decide di contattare Riccardo Paciaroni, Presidente dell’Associazione LeuceVia, organizzazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, nata nel 2016, con l’obiettivo di con l’obiettivo di ottimizzare i dipartimenti di ematologia e oncologia sul territorio nazionale e favorire le donazioni di sangue, piastrine e midollo osseo.

Da subito nasce la condivisione di un sogno: quello di portare i giocattoli a tutti i bambini per regalare loro un sorriso durante la permanenza ospedaliera. Viene avviata una raccolta fondi sui social, con l’obiettivo di strutturare un progetto per la distribuzione di materiale ludico e didattico, inizialmente a favore del DH del Dipartimento di Onco-Ematologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (OPBG), ma con l’intenzione di espanderlo in altri reparti ed ospedali pediatrici.

A completare la straordinaria opera di sensibilità ed a fornire il suo contributo in tema di giocattoli, è intervenuta la nota catena internazionale di negozi Flying Tiger Copenhagen che, colto il nobile fine dell’iniziativa, ha messo a disposizione i suoi prodotti a sostegno del progetto.

Oggi “Play Hospital” è caratterizzato da un flusso continuo di invio di giocattoli, quadernini, puzzle, pennarelli, pennelli, borse in tela da colorare, cerotti in lattice a tema, barattolini di pongo e tanto altro. La mission, con il contributo indispensabile dell’equipe medica dell’OPBG, è quella di incoraggiare e diffondere l’importanza dell’attività ludica nell’ambiente ospedaliero, finalizzata a favorire l’adattamento psicologico dei bambini alla malattia e a ridurre l’impatto traumatico dell’ospedalizzazione.

Per conoscere le evoluzioni di “Play Hospital”,  garantirne continuità con una donazione, o per ricevere ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito www.leucevia.it oppure seguire la pagina “LeuceVia” sui canali Facebook ed Instagram.

 

 

L. P.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti