Plesso Sciascia, nuovo appello di Paris: il tempo sta scadendo”

Il presidente del XV Municipio chiede le risorse per intervenire sulla scuola
Enzo Luciani - 29 Gennaio 2013

Il presidente del XV Muincipio Gianni Paris lancia un nuovo appello  al sindaco Alemanno "affinché sblocchi le risorse utili a intervenire sul Plesso Sciascia,  anche perché esiste  un reale pericolo di occupazione abusiva. Infatti, abbiamo già dovuto verificare delle situazioni doppiamente preoccupanti.

"Penso al pericolo- spiega il minisindaco – in cui si mettono le persone che occupano abusivamente, perché parliamo di uno stabile che i vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile. E penso anche a come il perdurare di questa  situazione rischi  di mandare in malora una struttura recuperabile, dato che è ancora nelle condizioni di poter tornare ad accogliere i bambini della classi  elementari  e materne.   Ad oggi, il Municipio XV ha prodotto al Campidoglio tutti gli atti utili a quantificare la spesa e, al Genio Civile, il progetto della ristrutturazione necessaria. Inoltre, per prepararci anche allo sciagurato caso in cui il Campidoglio non  mettesse a disposizione le risorse,  siamo impegnati nello studio delle migliori soluzioni per i bambini,  rispetto all’inizio del prossimo anno scolastico.   Questo perché  il Campidoglio sta quasi superando il tempo massimo, nel senso che  solo se le risorse arrivano ora, abbiamo il tempo sufficiente per  i lavori e per riaprire la scuola  a settembre. In questo momento, c’è solo un atto a disposizione del Campidoglio: sbloccare i circa 1,5/2 milioni di euro utili a rendere il Plesso di nuovo agibile. E questa iniziativa  è nelle mani del sindaco Alemanno. Se qualcuno pensa di costruire un pezzo della propria campagna elettorale sulla pelle di bambini e genitori, anche organizzando riunioni spesso inutili, non si va da nessuna parte.   Il Municipio con i suoi Uffici sono a disposizione per qualsiasi  contributo alla soluzione del problema. Ricordo che, come amministratore e cittadino, ho perfino  sostenuto con la mia firma la petizione popolare mirata a ottenere dal Campidoglio i fondi necessari  per ripristinare il Plesso. Se il finanziamento non arriverà,  è evidente che le priorità di questa Amministrazione capitolina sono altre e non i legittimi interessi di chi vive in questa parte di città.”

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti