Poeti delle altre lingue d’Italia e teatro a Gargano Letteratura 2011

Gli eventi della terza edizione si svolgeranno a Ischitella, Rodi Garganico e Isola Varano
Enzo Luciani - 28 Luglio 2011

Dopo le due prime edizioni sperimentali del 2009 e del 2010 nell’edizione 2011 la rassegna Gargano Letteratura torna con una proposta letteraria, aperta alla comunità letteraria nazionale, che si articolerà in eventi ad Ischitella, Rodi Garganico e Isola Varano   Ecco il calendario della Rassegna garganica:   – ISCHITELLA, piazza De Vera D’Aragona, 21 agosto 2011, ore 20,30 II edizione di MaratonaPoesia (concorso a partecipazione libera di poesia con lettura in piazza   – RODI GARGANICO, Centro Visite in via Varano, 23 agosto 2011, ore 21.30 Terra Terra, monologo di e con Elena Ruzza. Al pianoforte Barbara Pungitore, alle percussioni Matteo Cantalamessa, disegno luci Agostino Nardella.   – ISCHITELLA, piazzale San Francesco, 25 agosto 2011, ore 21,30 Terra Terra, monologo di e con Elena Ruzza. Al pianoforte Barbara Pungitore, alle percussioni Matteo Cantalamessa, disegno luci Agostino Nardella.   – ISOLA VARANO, Hotel La Bufalara, 26 agosto 2011, ore 20,30 Reading dei poeti dialettali: Roberto Pagan (dialetto triestino), Piero Marelli (dial. lombardo), Pier Franco Uliana (dial. veneto), Franco Fresi (dial, sardo), Giovanni Nadiani (dial. romagnolo) e Renato Pennisi (dial. siciliano)   – ISCHITELLA, piazza De Vera D’Aragona, 27 agosto 2011, ore 20,30 Assegnazione del Premio di poesia nei dialetti d’Italia “Città di Ischitella-Pietro Giannone VIII edizione ai poeti vincitori Roberto Pagan, Piero Marelli, Pier Franco Uliana e Franco Fresi     I poeti che prenderanno parte agli eventi:   FRANCO FRESI è nato a Luogosanto (SS) nel 1939, vive e lavora a Tempio Pausania (Sassari). Nel 1987 ha pubblicato il libro A innommu di lu ’entu, (In nome del vento, poesie in sardo-gallurese). Nel 2005 con Passoni e cosi (Persone e cose) si è classificato al 2° posto del premio “Ischitella-Pietro Giannone”. Ha pubblicato le raccolte in italiano: Coincidenze (1980), L’ancora e la memoria (1985); Epigrammata e versi d’amore; Canti d’acqua e di terre (1995), Del dormire, la sera, (2005). La raccolta Tempu uldinariu, si è classificata terza al premio Ischitella 2011.   PIERO MARELLI, nato a Limbiate nel 1939, vive a Verano dove gestisce una tipografia. Ha pubblicato: Se questo viaggio finisce (1981), Le voci che ci adottarono (1986), Stralusc (1987), Antigone (1991), Eloisa (1994), ‘l me bum temp (1995), Paola (1996), A due voci (1996), Il pianeta della fortuna (1997), Edipo a Verano Brianza, Haiku dei mesi, Bernard de Ventadorn oltre ad alcune plaquettes. Con la raccolta Na man a cart (2005-2010) si è classificato 2° al Premio Ischitella-Pietro Giannone 2011.   GIOVANNI NADIANI. È nato nel 1954 a Cassaniga di Cotignola (Ravenna) e vive a Reda di Faenza. Svolge attività di ricerca in campo traduttivo presso le Università di Bologna e Trieste. Co-fondatore nel 1985 della rivista “Tratti”, ha pubblicato numerose raccolte di poesia in dialetto, tra le quali ricordiamo: E’ sèch (Faenza, 1989), Tir (Faenza, 1994), Feriae (Venezia, 1999), Sens (Villa Verucchio, 2000), Eternit (Roma, 2004), con la quale ha vinto il Premio Ischitella del 2004.   ROBERTO PAGAN è nato a Trieste nel 1934, dove si è formato nella scia degli ultimi rappresentanti di quella grande stagione giuliana della cultura mitteleuropea: Saba, Giotti, Stuparich, Marin. Dal 1969 vive tra Roma e la Maremma toscana. Scrittore, critico e poeta, la sua opera in versi è compresa in: Sillabe (1983); Genealogie con ritratti (1985); Il velen dell’argomento (1992), Per linee interne (1999); Miniature di bosco – 101 haiku (2002); Vizio d’aria (2003), Il sale sulla coda (2005), Archivi dell’occhio (2008). Con la silloge Àlighe (Alghe) ha vinto il Premio Ischitella-Pietro Giannone 2011.   RENATO PENNISI. È nato a Catania nel 1957. Poeta e narratore, ha pubblicato Letture nel 1987, La correzione del saggio nel 1990, Allancallaria nel 2001, Menzi storii nel 2006 con il quale nello stesso anno ha vinto il PremioIschitella e La cumeta nel 2009.   PIER FRANCO ULIANA è nato a Fregona (TV) nel 1951 e risiede a Mogliano Veneto. Ha pubblicato le raccolte di poesia nel dialetto veneto del Bosco del Cansiglio: Sylva -ae (1985), Troi de Tafarièli 2001), Amor de osèi (2007), Fontana Parad – is´e (2011); in lingua italiana: Lo specchio di Rainer (2000), Hora –ae. Chronopoemetto moglianese (2005), Uccelli al passo (2007), Siderea arx mundi (De Bastiani Editore, Vittorio Veneto 2009).Con la sua raccolta In cao al bosch (In fondo al bosco) di è classificato terzo al Premio Ischitella 2011.
    Terra Terra Monologo di e con Elena Ruzza Intrecci di vite tra i vagoni di un treno, i pullman, i camion, le navi, che portano uomini e donne lontano dalla loro terra con il sogno di costruire una nuova vita. Confidenze sussurrate spesso con parole di altri tempi, una commistione di italiano e dialetto in cui i tempi si mescolano. La narrazione parte dai soprannomi, che fungono da albero genealogico per trovare le radici di ogni persona, la memoria si perde in un flusso migratorio che tratteggia l’Italia del dopoguerra, il boom economico, la ricerca di una casa, l’arrivo a Settimo Torinese e a Torino, che si trasforma nella terza città meridionale del paese.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti