Polverini. dimissioni opportune, ma… – Notizie “top”- I lavori di Nicole- Prostitute “versus” studentesse e casalinghe- “Gaffes” di cardinale-

Fatti e misfatti di settembre 2012 di Mario Relandini
di Mario Relandini - 25 Settembre 2012

Polverini. dimissioni opportune, ma…

"Renata Polverini – è diventato ufficiale nella serata di lunedi 24 settembre 2012 – si è dimessa da Governatrice della Regione Lazio".

Visto quanto è emerso di clamoroso e di scandaloso in questi ultimi giorni, ha fatto molto bene. Ma un particolare non da poco non dovrebbe essere sottaciuto o sottovalutato: il particolare che il passaggio degli stanziamenti ai partiti da uno a 14 milioni di euro, ad esempio, è stato approvato, via via, dai partiti tutti. Nessuno escluso. Anche da quelli che, fingendo di essersene dimenticati, sono ad un certo punto saliti sul pulpito degli onesti predicatori e sullo scranno dei giudici severi.

Decathlon Prenestina saluta

Notizie "top"

"Mia figlia – ha dato l’annuncio al periodico "Gente" la cantante Laura Pausini – nascerà il 7 febbraio".

Auguri, congratulazioni, ma, soprattutto, grazie infinite per la notizia importantissima tanto attesa, in particolare, dai lavoratori dell’ "Italsider" e dell’Alcoa".

I lavori di Nicole

"Sfilando come modella – si è compiaciuta, in passarella a Milano, Nicole Minetti – faccio un secondo lavoro". 

Brava. Ma sarebbe interessante conoscere, da Nicole Minetti, quali siano il suo primo e il suo terzo lavoro.

Prostitute "versus" studentesse e casalinghe

"Il 30% del "mercato prostituzione" – ha denunciato, irritata, la presidente del Comitato per i diritti civili delle "ragazze di strada", Carla Corso – è ormai coperto da studentesse e casalinghe assolutamente insospettabili che hanno necessità di arrivare alla fine del mese".

Se davvero così fosse, se davvero tante studentesse e casalinghe fossero costrette dalla disoccupazione, dal precariato, dai costi sempre più alti dei servizi e dalle strette necessità quotidiane, beh, allora qualcuno potrebbe anche essere indotto a denunciare il Governo Monti per induzione aggravata alla prostituzione. 

"Gaffes" di cardinale

"Il "premier" Monti – ha detto tra l’altro, in apertura dei lavori del Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Scola – prosegua la sua opera". "Si stanno verificando scandali inaccettabili – ha detto anche nella stessa sede – ma la politica li sta sottovalutando".

Due "gaffes" in un solo contesto. La prima quando – ignorando uno dei due motti che affiancano la testata del quotidiano vaticano "Osservatore romano" e, cioè "unicuique suum" ("a ciascuno il suo") – si è invece occupato non dei fatti suoi, ma dei fatti dello Stato italiano e, dunque, ha commesso una imperdonabile ingerenza. La seconda quando – pur nel denunciare giustamente gli scandali inaccettabili che la politica italiana commette e perfino sottovaluta – non ha minimamente denunciato gli scandali inaccettabili dei preti pedofili che continuano ad essere commessi e che la Chiesa continua a sottovalutare. Cardinale Angelo Bagnasco, per penitenza, cento e cento Pater, Ave e Gloria. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti