Farmacia Federico consegna medicine

Potare, potare, potare… è finalmente possibile

Resi disponibili 50 mila euro grazie ad un emendamento del consigliere capitolino Ferrari
di Alessandro Moriconi - 20 Maggio 2009

Confesso che il comunicato autocelebrativo dell’Assessore all’ambiente del Municipio di Roma 7, Sig. Santino D’ercole, mi ha colto di sorpresa, non foss’altro perché stavo lavorando su un articolo con elementi, che solo tre giorni prima lo stesso assessore mi aveva fornito.

In quell’occasione mi aveva comunicato che questo era uno dei primi interventi e che altri ne sarebbero seguiti, grazie anche al reperimento di 50.000 euro da spendere nella manutenzione del verde pubblico e di questo avrei voluto dare una notizia con un maggior numero di particolari, dopo aver parlato con il presidente Mastrantonio, il quale mi ha fornito la documentazione dei lavori eseguiti o in corso di esecuzione disposti dall’arch. Livia Follega e dal dirigente dell’Uot ing. Marco Contino.

Abbattimenti di molti alberi, resi pericolanti dai nubifragi invernali e tante potature presso le scuole: De Chirico, Birago, Parri di via Luca Ghini, Scuola via delle Ciliege e tante potature che oltre alle scuole e al centro anziani Manfredi hanno interessato anche i complessi delle case comunali di via Viscogliosi/Tovaglieri e via Cesati/Smaldone a cui si aggiungeranno nei prossimi giorni gli spazi all’interno dl complesso degli edifici di via dei Larici, segnalati al nostro giornale da alcuni cittadini e sul quale ha lavorato in "sinergia" con l’Assessore anche il presidente della commissione Ambiente, Alfonso Tesoro.

L’altra notizia appresa dal Presidente Mastrantonio è quella di una somma di ulteriori 50.000 euro oggi disponibili nel relativo capitolo di spesa, grazie ad un emendamento presentato dal consigliere comunale Alfredo Ferrari, già vice presidente del VII municipio e fatto proprio dall’assemblea capitolina, una somma ha precisato Mastrantonio con cui di concerto con l’assessore D’Ercole, cercheremo di esaudire le altre richieste giacenti nei nostri uffici e per il quale servirebbero bel altri investimenti.

A proposito di alberi e dell’eliminazione di connessi pericoli approfittiamo per segnalare i pini esistenti da oltre trentanni sul marciapiede antistante la clinica Guarnieri di via Tor de Shiavi i quali oltre a sollevare il tappetino del marciapiede, presentano una pericolosa inclinazione che meriterebbe un immediato sopralluogo per accertarne la effettiva stabilità e la loro messa in sicurezza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti