Premiati i vincitori del Premio di poesia nei dialetti del Lazio Vincenzo Scarpellino

L’11 giugno a Roma Tor Tre Teste con letture dei poeti Aurora Fratini (1ª classificata), Enrico Meloni (2°) e Maria Lanciotti (3ª)
Enzo Luciani - 13 Giugno 2011
Abitare A Settembre 2019

Introdotto e poi contrappuntato e concluso dalle magistrali ed applaudite esecuzioni di canti della tradizione popolare romana ed italiana del Coro “Accordi e Note”, diretto dal M° Paula Gallardo, l’11 giugno si è svolta la cerimonia di premiazione del Premio di poesia inedita nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino”.

La cerimonia è stata preceduta dalla presentazione del libro di Vincenzo Luciani “Dialetto e poesia nei 121 comuni della provincia di Roma” ad opera di Franco Onorati del Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli, il quale ha evidenziato la portata di notevole valore documentario, dialettologico e letterario della ricerca che, oltre a colmare una lacuna nella conoscenza della molteplicità delle lingue locali diverse dal romanesco, rende noti e visibili alcune centinaia di poeti e autori dialettali ricostruendo una preziosa mappatura dei dialetti dei singoli comuni della provincia.

L’autore del libro ha innanzitutto ringraziato tutti i soggetti che hanno contribuito alla complessa ricerca, a partire dalla Provincia di Roma, grazie all’impulso della consigliera Roberta Agostini, che ha assicurato un contributo modesto ma continuo e imprescindibile dal 2005 al 2011 che ha consentito la realizzazione di 6 volumi dedicati alla singole aree di cui si compone la provincia. Luciani ha pure ringraziato, il prof. Ugo Vignuzzi dell’università La Sapienza, il prof. Cosma Siani e Riccardo Faiella, coautori di alcuni volumi e tutti i corrispondenti dei comuni coinvolti e i volontari che hanno contribuito al successo della ricerca, che pone all’avanguardia in Italia nello studio delle lingue locali.

Parole di plauso all’autore e alla sua “squadra” ha rivolto infine il consigliere provinciale e presidente della Commissione Cultura Pino Battaglia il quale ha assicurato la continuazione dell’impegno della Provincia per la salvaguardia dei dialetti e delle tradizioni locali.

La seconda parte della serata si è aperta con la lettura da parte di Gino Bellardini di un sonetto del poeta Vincenzo Scarpellino e con l’introduzione del presidente della giuria del Premio, a lui intitolato, Achille Serrao, che ha ricordato succintamente la sua vita ed opere e gli obiettivi del Premio dedicato al poeta romanesco che ha vissuto a Tor Tre Teste gli ultimi anni della sua vita.

A seguire, premiazione degli studenti di scuola media superiore: Lorenzo Pompili e Andrea Caldarozzi che hanno letto, in maniera brillante i loro testi e che sono stati premiati dalla consigliera municipale Cecilia Fannunza, che ha contribuito in maniera determinante alla realizzazione del Premio letterario.

Gino Ballardini, vincitore della sezione Iscritti Associazione L’Incontro ha letto con la consueta verve il suo brano in dialetto sgurgolano ed è stato premiato dal presidente dell’associazione Giorgio Grillo.

L’assessore alla Scuola e Cultura del VII municipio Leonardo Galli ha premiato poi gli alunni della classe II sez. F del Liceo Scientifico Francesco d’Assisi, elogiandoli perché hanno svolto, sotto la guida appassionata della prof. Lilia Bellucci, il laboratorio di poesia multilingue (e multi dialettale) “Un mondo di poesia – Antiqua et nova carmina”

La consigliera Cecilia Fannunza è intervenuta brevemente per ricordare, tra l’altro, il raggiungimento di due obiettivi: la prima edizione del premio e l’intitolazione di un viale del parco alla figura del poeta Vincenzo Scarpellino.
Achille Serrao ha introdotto la premiazione dei Finalisti Filippo Greggi (Guidonia Montecelio), Pierino Pennesi (Allumiere), Claudio Porena (Roma), che hanno letto testi rispettivamente in dialetto monticellese, allumierasco e romanesco. Assenti giustificati: Paolo Fidenzoni (Roma), Bruno Fiorentini (Bracciano), Fernando Cordova (Roma), Benedetto Lupi (Subiaco). A tutti i partecipanti al Premio è stato garantito un diploma di partecipazione e un volumetto antologico con testi dei poeti finalisti e vincitori.

Il clou della serata è stato poi la premiazione dei primi tre classificati dei quali il presidente Serrao ha letto la motivazione della Giuria, a partire dalla 3ª classificato Maria Lanciotti che ha letto una sua poesia in dialetto sublacense, per poi passare al 2° classificato Enrico Meloni (dialetto romanesco) ed alla vincitrice Aurora Fratini (dialetto di Sambuci).

I primi tre classificati sono stati premiati dai membri della giuria Cosma Siani, Franco Onorati e da Achille Serrao e Rosangela Zoppi.

Infine, nel suo saluto finale e nel dare l’arrivederci all’edizione 2012 del Premio, Giorgio Grillo ha ringraziato il VII municipio nonché gli sponsor (Fioreria Daniela, Vini Cardeto, Pizzamania e Cesercom) e il numeroso pubblico accorso.

Quest’ultimo ha potuto usufruire del lauto rinfresco, in cui la vincitrice Aurora Fratini (con un piede ingessato e commossa) ha effettuato il taglio di una crostata gigantesca che recava la scritta: “Primo Premio Vincenzo Scarpellino 2011”.

Ecco una galleria di foto gallery.me.com/giorgi42#100721

Una volta entrati nella pagina, in alto a sinistra troverete una  scritta “DOWNLOAD” da dove scaricare le foto,


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti