Presentato il Piano Strategico per la mobilità sostenibile di Roma

Il 28 e 29 ottobre Conferenza Cittadina al Salone delle Fontane all’Eur
di Laura Roxana Neamtu - 10 Novembre 2009

Due giornate di fuoco per presentare l’ambizioso Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile di Roma: il 28 e il 29 ottobre 2009 rappresentanti istituzionali, stampa, comitati e associazioni, ordini professionali e cittadini si sono riuniti al Salone delle Fontane dell’Eur ( via Ciro il Grande) per assistere alla Conferenza Cittadina sul Piano che “libererà Roma dal traffico”.

“Rispetto alle infrastrutture realizzate nelle altre capitali europee – ha esordito durante la conferenza il sindaco di Roma Gianni Alemanno – Roma purtroppo non è crescita. Ha sempre avuto piani urbanistici senza una reale logica funzionale. Noi non dobbiamo inseguire i modelli del passato ma dobbiamo compiere un salto di livello incrociando le tecnologie più moderne, più avanzate per ritrovare pari opportunità rispetto alle altre metropoli. Questa è la nosta sfida .La nostra arretratezza deve diventare la nostra sfida. Come commissario straordinario per l’emergenza traffico e mobilità – continua il primo cittadino – attualmente sto gestendo 390 interventi per un totale di investimenti di 1 miliardo e 616 lilioni di euro. Dobbiamo creare nella capitale, lo ripeto, un laboratorio di sperimentazione delle tecnologie più avanzate”.

E il sindaco di Roma non dimentica neanche le periferire:” dobbiamo costruire una radialità intono alla città di Roma affinchè i vari quartieri possano essere collegati tra loro” , aggiungendo che, per quanto riguarda il centro storico “ la pedonalizzazione deve andare di pari passo con la messa in campo di meccanismi di trasporto alternativi alle auto private e le auto blu.”

D’altronde i numeri parlano chiaro: la capitale è interessata da 7,1 milioni di spostamenti al giono, di cui 564 mila solo nell’ora di punta e il 67% con il mezzo di trasporto privato. Non stupisce quindi che la finalità principale del Piano sia lo sviluppo di un sistema efficace del sistema dei traporti accompagnato da un orientamento sempre più crescente dei cittadini all’uso del mezzo pubblico.

Tutto questo naturalmente attraverso una serie di interventi di breve-medio periodo che possano garantire soluzioni al problema traffico in tempi brevi. Tra questi ricordiamo: il potenzamento della rete tranviaria, di preciso la linea tram 2 e possibile estensione anche della linea tram 8 verso il Centro e su viale Marconi; ammodernamento e potenziamento delle linee metropolitane esistenti in vista anche della prossima attivazione della nuova tratta B1 e della Linea C fino a San Giovanni; la trasformazione in metro della Roma Lido, potenziamento della Roma nord e trasformazione dell’attuale Roma-Pantano, previo accordo con la Regione Lazio; la realizzazione dei corridoi della mobilità Anagnina-Tor Vergata ( ultimato), Eur-Tor Pagnotta-Trigoria, Tibutino, Jonio-Bufalotta, riorganizzazione del corridoio Palmiro-Togliatti, realizzazione di nuovi parcheggi tra cui quello del Galoppatoio ecc.

Non mancano anche gli interventi di lungo periodo volti a raggiungere la realizzazione di un assetto ordinato ed efficace del sistema dei trasporti. Tra questi i più interessanti sono: il completamento della linea C Pantano-Farnesina e la realizzazione della linea D, completamento di tre interventi prioritari: Corridoio Infernetto-Roma Lido-Fiumicino Aeroporto, sistema Romanina-Tor Vergata-Ciampino e sistema di collegamento tra il terminale Jonio della metro B1 e quartieri Bufalotta-Talenti, progressiva estensione delle complanari del Gra, completamento dei sistema del lungotevere da Testaccio a Lungotevere Dante e da Porta Potese a Lungotevere Pietra di Papa, realizzazione del sottopasso Ponte Cavour Passeggiata di Ripetta e del sottopasso di Castel Sant’Angelo, completamento delle bretelle Ovest (Trionfale-Newton, Nuovo Ponte dei Congressi) ed Est (viadotto della Maglaina-Togliatti-Saxa Rubra) ecc. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti