“Prima di comprarla, rifletti!” Arriva il decalogo anti-prostituzione

Secondo atto della campagna dei consiglieri XII municipio Vecchio e Spadaro
di Maria Giovanna Tarullo - 15 Ottobre 2012

Continua la campagna anti-prostituzione "Prima di comprarla, rifletti" lanciata dai consiglieri del XII municipio Vincenzo Vecchio e Matilde Spadaro.
Dopo aver dato vita al manifesto provocatorio che vedeva il corpo della Spadaro in primo piano marchiato da un codice a barre, questa volta i due consiglieri sono scesi in strada, con tanto di codice a barre tatuato sul braccio, per presentare un decalogo anti-prostituzione.

Nel pomeriggio di sabato 13 ottobre 2012 i due consiglieri hanno distribuito, nella zona di viale Europa, ai cittadini e alle stesse prostitute dei volantini con le regole del decalogo. "Abbiamo predisposto un decalogo volto a sottolineare le ragioni della campagna, le motivazioni che ne hanno sostenuto la nascita – hanno affermato Vecchio e la Spadaro – consigliando alle persone che si prostituiscono i comportamenti più adeguati per la loro incolumità e poi con ottica opposta volto a cliente per identificare comportamenti che possono contrastare con la legge."

Un problema quello della prostituzione molto sentito nel quartiere dell’Eur, diventato per antonomasia il «quartiere a luci rosse» della Capitale, per questo la campagna "Prima di comprarla, rifletti" sembra aver catturato l’attenzione dei residenti che hanno preso parte attivamente all’iniziativa.

"E’ parlare con le parole del rispetto verso la prostituta che ha sicuramente scardinato la mentalità comune e fatto riflettere di più – ha dichiarato Matilde Spadaro – Noi, con il nostro decalogo, chiediamo rispetto per queste ragazze che sono in una situazione decisamente non facile, quella di chi sulla strada può esser vittima di chiunque, di sfruttatori, di molesti e di violenti. E’ un approccio decisamente diverso al tema che speriamo sensibilizzi la cittadinanza e le istituzioni. Per questo – conclude la consigliera – intendiamo coinvolgere la cittadinanza fornendo loro questo piccolo decalogo utile proprio a stimolare le coscienze. Poi partiremo con il terzo atto." 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti