Pro Calcio Tor Sapienza: i gialloverdi vivono l’alba D un sogno

La squadra capitatana da Mister Anselmi capolista nel girone d'eccellenza approda in Serie D
Maria Giovanna Tarullo - 18 Maggio 2019

Per Tor Sapienza “oggi è l’alba D un sogno”.  Questo lo slogan che ha fatto da cornice ai festeggiamenti di venerdì 17 maggio 2019, per la promozione in Serie D della Pro Calcio Tor Sapienza.
A distanza di ben 38 anni, i calciatori gialloverdi conquistano il primo posto nel girone B di Eccellenza con 61 punti, 15 vittorie, 16 pareggi a fronte di sole 2 sconfitte.

Una grande occasione per il quartiere che ha accolto l’invito della società, guidata dalla famiglia Armeni, a scendere in strada per far sentire tutto il suo calore ai campioni. Quest’ultimi con gioia ed emozione si sono goduti gli applausi, sfilando a bordo del pullman scoperto circondato dalla bandiera con i colori della squadra.

Poi tutti al “Giorgio Castelli” per proseguire le celebrazioni insieme a tutto lo staff.
Alla guida della squadra protagonista di questo importante traguardo il Mister Fabrizio Anselmi: “É stata una vittoria bellissima ma anche durissima da centrare.
Un applauso per tutti. Ai collaboratori, al preparatore atletico, al preparatore dei portieri, alla famiglia Armeni e – afferma l’allenatore – soprattutto al gruppo che nonostante lo scetticismo di tutto l’anno è stato sempre lì, ha lavorato in silenzio e ha dimostrato a tutti che anche avendo forse qualcosa in meno a livello tecnico ha strameritato sul campo di stare davanti a squadre sulla carta più forti”.

A parlare per la dirigenza il DG Stefano Volpe: “Questa vittoria è figlia soprattutto dei valori con cui abbiamo costruito questa squadra; abbiamo scelto giocatori che non sono bravi solo con i piedi ma anche umanamente.
Personalmente voglio ringraziare il presidente Armeni che mi ha permesso di fare l’allenatore e ora il DG per questa società. È un grande uomo che fa calcio da 30 anni, e la famiglia Armeni che è partita dalla Terza Categoria trenta anni fa si merita questo successo che li gratifica di una vita spesa nel calcio”.

E’ doveroso fare i complimenti a questi ragazzi divenuti motivo di orgoglio e unione per un quartiere come Tor Sapienza, negli ultimi tempi salito alla ribalta delle cronache per episodi di sgradevoli e di divisione, portando una nuova luce sul futuro di questo angolo di periferia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti