Protesta Roma Tpl: il dg Marco Cialone “Non esistono reali motivazioni per bloccare il servizio”

Il Direttore Generale del Consorzio Roma Tpl si rivolge ai dipendenti affinchè non creino ulteriori disagi agli utenti
La redazione - 10 Aprile 2013

“Non comprendo la protesta messa in atto  dagli autisti di alcune aziende del Consorzio ‘’Roma Tpl’’ creando disservizi e disagi all’utenza’’.

E’  quanto dichiarato dal direttore Generale del Consorzio Roma Tpl Marco Cialone, resa nota da Agenzia per la mobilità.

“Grazie all’intervento risolutivo dell’Amministrazione capitolina e dell’ assessore alle Politiche della Mobilità Maria Spena – sottolinea Cialone – nei giorni scorsi sono stati sbloccati i fondi regionali relativi al rinnovo del Ccnl attesi da tempo. Questo ha consentito a Roma Tpl di provvedere immediatamente, a partire da venerdi 5 aprile 2013, al pagamento delle retribuzioni ai lavoratori. Inoltre – aggiunge il Dg di Roma Tpl – sono stati predisposti anche i bonifici per i lavoratori delle Societa’ consorziate per le retribuzioni di marzo’’.

Cialone  rivolge ” un appello ai lavoratori affinchè la protesta rientri al più presto’’ e si dice ‘’certo che prevarrà tra i lavoratori il senso di responsabilità affinchè l’utenza non venga ulteriormente penalizzata’’.


Commenti

  Commenti: 1


  1. A distanza di 2 anni da questo articolo dico che col senso di responsabilità degli autisti le famiglie degli autisti non ci mangiano. tpl non paga gli stipendi!

Commenti