Categorie: Politica
Municipi: ,

Proteste degli ambulanti: Forza Italia al fianco dei commercianti

Gasparri: "Non penalizziamo una tradizione centenaria"

Forza Italia ha deciso di sostenere la causa degli ambulanti. Il senatore Maurizio Gasparri, già coinvolto in precedenti proteste simili, ha espresso la sua opposizione al bando che riguarda 12.000 licenze di vendita, con concessione di suolo pubblico, che saranno assegnate a Roma entro la fine del 2025.

L’assessora alle attività produttive di Roma, Monica Lucarelli, ha scelto di non seguire le indicazioni del Ddl Concorrenza, decidendo di mettere a gara le licenze anziché prorogarle fino al 2032.

Maurizio Gasparri, presidente dei senatori di Forza Italia, ha dichiarato di essere “certo che il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Urso, ascolterà il grido d’allarme proveniente dal commercio ambulante, in particolare dall’Ana e dall’Ugl, che denunciano l’ennesimo attacco ingiustificato alla categoria da parte del Comune di Roma”, come riportato in una nota dell’agenzia Dire.

Il sindacato menzionato da Gasparri ha già scritto al sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, minacciando di impugnare il bando e di ricorrere al Tar.

La controversia ruota attorno alla direttiva Bolkestein, che da anni è oggetto di discussione anche per quanto riguarda il commercio ambulante. Gli esercenti ritengono che la direttiva non debba essere applicata agli ambulanti, poiché i posteggi nei mercati non sono risorse scarse.

Secondo Gasparri, “i lavoratori del commercio ambulante hanno preservato e continuato una tradizione centenaria, lavorando nelle piazze e nei mercati di numerosi comuni italiani. Questa è una vera e propria peculiarità nazionale che non può essere penalizzata da leggi europee ingiuste, supportate da zelanti burocrati italiani e dalla solita sinistra, che non considerano le particolarità e le esigenze dei nostri commercianti”.

Per Gasparri, il bando di Roma rappresenta un attacco diretto ai “piccoli commercianti che si svegliano all’alba ogni giorno per lavorare nelle piazze, nelle strade e nei mercati” mentre si continua a favorire “i giganti del web che commerciano senza pagare le tasse”.

Gasparri ha sollecitato l’intervento del ministro Urso, che recentemente era stato al centro delle polemiche per aver annunciato una norma per rendere permanenti i dehors creati durante la pandemia.

Questa dichiarazione ha suscitato reazioni al Campidoglio, che dopo l’estate intende approvare il nuovo regolamento sulle occupazioni di suolo pubblico da parte di ristoranti e bar di Roma.

Nel frattempo, gli ambulanti promettono di continuare la loro battaglia. Il 4 giugno una delegazione ha incontrato l’assessora Lucarelli per esprimere preoccupazione riguardo al bando.

Tuttavia, per comprendere cosa accadrà a Roma nei prossimi mesi, sarà necessario attendere il 19 giugno, quando è previsto un incontro in assessorato con le sigle sindacali di categoria.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento