Protezione Civile e Banco Alimentare del Lazio insieme nelle emergenze

Siglato tra i due enti l'accordo 2019 per la costituzione e la gestione di una riserva alimentare
Redazione - 27 Marzo 2019

Il Banco Alimentare del Lazio nel 2019 supporterà l’Agenzia Regionale della Protezione Civile in occasione di emergenze che si dovessero manifestare sul territorio laziale, nazionale o all’estero.

Tra i due enti è stato siglato un accordo per la costituzione e la gestione di una riserva alimentare attraverso cui, verrà predisposta dal Banco Alimentare del Lazio una scorta di alimenti destinata in via prioritaria ad affrontare l’emergenza dovuta ad eventi naturali o causati dall’uomo e, in via residuale, a soddisfare le esigenze dei più poveri.

Questa scorta di cibo, in cui sono inclusi alimenti adatti alla preparazione di pasti caldi e alimenti freschi, dovrà garantire, nella fase di prima emergenza, la disponibilità di prodotti alimentari per un massimo di 500 persone in un arco temporale di cinque giorni.

Il Banco Alimentare del Lazio, in questo accordo, si impegna a garantire non solo l’acquisto e la fornitura delle derrate alimentari che verranno richieste dalla Protezione Civile, ma anche un sostegno logistico e di gestione dei prodotti immagazzinati.

Nell’accordo è prevista anche una maggiore sinergia tra il Banco e la Protezione Civile in occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, attraverso il coinvolgimento delle Organizzazioni di Protezione Civile presenti sul territorio Regionale.

E’ per noi un piacere e un onore collaborare con l’Agenzia Regionale della Protezione Civile – ha commentato il Presidente del Banco Alimentare del Lazio Giuliano Visconti perché la nostra Associazione può così mettere le proprie capacità amministrative e operative per l’approvvigionamento, lo stoccaggio e distribuzione di alimenti a disposizione di chi ogni giorno opera a fianco di chi è in difficoltà e vittima di eventi naturali e calamitosi. È un onore per il Banco Alimentare del Lazio poter collaborare anche sotto questo aspetto con la Regione Lazio.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti