Dar Ciriola asporto

Puliamo il mondo 2009, in viale Agosta

Grande successo dell'iniziativa di domenica 27 settembre
Enzo Luciani - 30 Settembre 2009

Domenica 27 settembre, decine di valorosi volontari del Circolo Città Futura con la collaborazione di alcune detenute del Carcere di Rebibbia e della sez. Soci Coop hanno ripulito l’area pedonale di viale Agosta, raccogliendo in due ore una decina di sacchi di rifiuti vari lasciati dai frequentatori della piazza incuranti del fatto che nella stessa insistono vari appositi cestoni. All’iniziativa hanno presenziato rimboccandosi le maniche con i volontari il presidente del Municipio Roma 6, Giammarco Palmieri e il consigliere delegato alle politiche dell’Ambiente, Fabio Piattoni.

Sono state perfino alzate le griglie che circondano le tazze degli alberi e ripulite a fondo così come sono state liberate da cartacce e lattine le panchine della piazza ormai trasformate in cassonetti.

A conclusione della mattinata sono state messe a dimora trenta piantine, offerte dalla sezione soci della Coop, in un’aiuola della piazza per ricordare a tutti che la piazza è un bene comune che va rispettato e curato.

L’appuntamento per ripulire l’area davanti la chiesa del SS Sacramento è stato rinviato visto che la molo di lavoro richiedeva ultriori volontari. 

 

Con questa iniziativa il Circolo Città Futura manifesta la volontà di voler aprire un tavolo di lavoro con tutti i soggetti, istituzionali e non, che insistono nell’area per promuovere una riqualificazione delle aree pedonali di viale Agosta e del sagrato della Chiesa del SS. Sacramento, finché si migliori la qualità della vita di chi ne usufruisce.

"Vogliamo rilanciare la realizzazione del Parco Somaini – dichiarano  – come naturale proseguimento nel verde di queste aree e riaffermiamo che tutta l’area a verde venga espropriata e riqualificata per farla diventare un grande parco a salvaguardia della salute di tutti, bambini e adulti.

Il circolo Città Futura di Legambiente chiede inoltre all’amministrazione municipale che vengano aumentate le alberature in viale Agosta, in modo da contribuire a diminuire la “febbre del pianeta”e a combattere i cambiamenti climatici e che si pensi ad un progetto di riqualificazione dell’area fontana la cui manutenzione si è dimostrata insostenibile per tutti. Ringraziamo la fattiva partecipazione dell’Ama per averci consegnato il materiale utile per le pulizie e per aver attivato un gazebo informativo sulla raccolta differenziata. Grazie anche alla Libreria Rinascita – concludono dal Circolo – che ha adottato il progetto di riqualificazione da noi proposto".
 

Adotta Abitare A

 

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti