Quando i primi a non rispettare le leggi sono gli amministratori

Ignorato il divieto di fumo in Campidoglio
Enzo Luciani - 19 Luglio 2011

Ormai il divieto di fumo nei locali pubblici è entrato in vigore da diversi anni eppure c’è ancora chi ignora la regolamentazione anche tra chi dovrebbe avere ancora più interesse nel far rispettare le leggi. “In Campidoglio – fa sapere il consigliere del PD Dario Nanni membro della commissione sicurezza del Comune di Roma – è sempre più caos e non si riesce neanche a far rispettare l’elementare divieto di fumo a garanzia della salute dei consiglieri, dei dipendenti e a tutela dei beni storici. Evidentemente la complessità della crisi in cui si dibatte il centrodestra e il Pdl è così grave che oscura al Sindaco la vista anche su quotidiani abusi che si registrano a pochi passi dal suo studio.

Senza accanirsi contro coloro che per abitudine e cultura sono soggetti alla schiavitù da sigaretta, comunque invitandoli a smettere perché si può, ho promosso una interrogazione per il rispetto delle norme vigenti in un luogo pubblico e ancora di più all’interno di una istituzione che dovrebbe dare l’esempio. Ho avanzato altresì anche una soluzione che potrebbe essere approntata in tempi rapidi agevolando visitatori e consiglieri: istituire nello spazio all’aperto accanto alla buvette una apposita zona fumatori dove seguire comunque i lavori d’aula. Su questa ipotesi invito il Presidente d’aula a verificare la fattibilità degli spazi.”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti