Quando l’unione… fa la pulizia

Tirata a lucido la scuola San Benedetto in via dei Sesami a Centocelle
di M. A. - 14 Novembre 2011

Come cavallette affamate fin dalle prime ore del mattino di sabato 12 novembre 2011una sessantina di persone di ogni età e sesso si sono avventate su tutto quello che all’interno degli spazi verdi all’interno della scuola San Benedetto in via dei Sesami costituiva da anni uno sconcio giudicato ormai intollerabile sia dai genitori dei ragazzi che dal corpo insegnante.

Un degrado nato nonostante le continue richieste di intervento fatte dalla scuola rimaste però inevase a causa di un evidente dissesto finanziario del Comune di Roma e di appalti non sufficienti a garantire la conservazione dei luoghi e delle cose.

Studenti e genitori, puntuali all’appuntamento, hanno rimosso erbacce e rifiuti in quantità industriale riempendo in poche ore quasi ottanta grandi sacchi neri che alle ore 16 in punto sono state caricate su due automezzi dell’Ama da due squadre di operai messi a disposizione dall’azienda.

In prima fila oltre ai rappresentanti di classe promotori dell’iniziativa, anche il preside dott.Pintus e tanti studenti che come forsennati hanno aggredito il degrado con pale, forbici e scope. Non sono neanche mancati pennelli e vernice, utilizzati da alcune mamme che hanno avuto l’idea e il compito di verniciare la recinzione e il cancello d’entrata del plesso scolastico, riportandolo a nuovo.

Alle ore tredici il lavoro è stato interrotto per la pausa pranzo consumato in allegria in un locale della scuola e dopo l’immancabile caffè gli ultimi ritocchi di pennello al cancello della scuola e la sistemazione degli attrezzi.

Il risultato dell’iniziativa è evidente. L’area del giardino e delle attività ludiche splendono come non era ormai da anni e questa è anche la considerazione che a margine dell’iniziativa ha fatto il presidente del Municipio Roberto Mastrantonio intervenuto durante il lavoro dei volontari insieme all’assessore all’ambiente Moriconi.

Credo che sia doveroso sottolineare anche la forte presenza della comunità musulmana all’iniziativa che accanto ai nostri connazionali ha contribuito fattivamente ad eliminare una situazione di degrado ormai insostenibile all’interno della scuola. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti