Quell’ambulatorio efficiente, gratuito ed esclusivo… – Riecco la carta d’identità elettronica – L’Angelo incoerente – Obama e Cristo – La ricetta personale di Antonella Clerici

Fatti e misfatti di agosto 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 27 Agosto 2012

Quell’ambulatorio efficiente, gratuito ed esclusivo…

"Proprio accanto all’aula del Senato – ha ricordato "L’Espresso" – c’ è un ambulatorio medico aperto 24 ore su 24, 365 giorni l’anno (feste comprese), completamente gratuito. E, sempre tutto l’anno (feste comprese) e sempre completamente gratuito, anche un efficiente servizio di pronto-soccorso".

Strutture per tutti? Troppo bello. Strutture soltanto per gli onorevoli senatori con un costo (a carico dello Stato e, cioè, dei contribuenti) di circa un milione di euro l’anno. Tu non sei un onorevole senatore? Peccato. E, allora, vai a fare la fila nelle ore prescritte, prendi il numeretto se ancora c’è, aspetta anche per mesi le visite e gli accertamenti che ti occorrono e paga. O – sperando non ti capiti mai – vai al pronto-soccorso di un ospedale sempre più carente, aspetta anche 24 ore che qualcuno venga a visitarti, passa magari qualche giorno in barella in un corridoio in caso di necessario ricovero e paga. E poi qualcuno ha ancora la faccia tosta di negare che esistano caste in Italia, che la "casta dei politici" non abbia spese da tagliare, che non ci siano disuguaglianze clamorose – alla faccia della Costituzione – tra cittadini e cittadini.

Farmacia Federico consegna medicine

Riecco la carta d’identità elettronica

"Era il 1998 – ha tenuto a ricordare il "Corriere della sera" – quando l’allora Ministro alla Funzione pubblica, Franco Bassanini, garantì che le carte d’identità elettroniche sarebbero state disponibili già da fine anno. Ed era il 2011 quando il Governo Berlusconi garantì che le le carte non solo sarebbero state disponibili a breve, ma sarebbero state addirittura obbligatorie ancorché gratuite".

Qualcuno, dopo queste garanzie di sinistra e di destra, ha però visto mai le carte d’identità elettroniche? Mai. Mai nessuno. Ma, ora, è arrivata anche la garanzia, da parte del Governo tecnico, attraverso le parole dell’attuale Ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi. Gliela farà finalmente lui? Attenzione, comunque: se lui finalmente gliela farà, non saranno sicuramente gratuite. "E te pareva?" dicono a Roma…

L’Angelo incoerente

"Il cardinale Angelo Comastri, arciprete della basilica di San Pietro – si mugugna in ambienti vaticani – si muove in continuazione a bordo della sua nuova "Mercedes station wagon" nera (valore 130 mila euro) e con una scorta di almeno cinque persone".

Affari suoi, per carità di Dio. Solo che il cardinale Angelo Comastri non ha però, tra le sue virtù, quella della coerenza. Lui, infatti, ama proclamarsi continuamente e pubblicamente devotissimo dei santi votatisi alla povertà, tra i quali la poverissima madre Teresa di Calcutta.

Obama e Cristo

"Io – ha proclamato, in campagna elettorale, il presidente Usa uscente, Barak Obama – cerco di essere come Cristo".

Qualche americano ci crede e, ora, aspetta di vederlo camminare sulle acque.

La ricetta personale di Antonella Clerici

"La conduttrice Rai Antonella Clerici – ha fatto conoscere il sindacato Fistel-Cisl – guadagnerà, in due anni, qualche cosetta come quattro milioni e 700 mila euro: tre milioni di euro con il suo contratto biennale, un milione e 350 mila euro con le 270 puntate della trasmissione "La prova del cuoco" e 350 mila euro con le dieci puntate della trasmissione "Ti lascio una canzone"".

Ma la dottoressa Anna Maria Tarantola non era stata nominata presidente della Rai anche per "mordere" proprio i contratti pluriennali che superassero i due milioni e 600 mila euro? Sì. E allora? Allora, forse, Antonella Clerici potrebbe avere avuto la ricetta per cucinarsi una eccezione al ragù. Una eccezione di gusto, anche, per la sua neopresidente. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti