Quote rosa nella società di calcio Zagarolo F. C.

Folgori (PdL): "Giuste, le introduco nella società di calcio che presiedo"
Enzo Luciani - 19 Luglio 2011

Enrico Foglori, consigliere provinciale del PdL e sostenitore delle quote rosa ha deciso di introdurle anche nella società sportiva dove egli è Presidente: la Zagarolo F. C.. “Credo che la donna – ha dichiarato – abbia ormai da tempo dimostrato di saper amministrare con competenza e capacità la gestione di una azienda. Nel calcio e nello sport, solitamente un mondo abbastanza misogino, la presenza della donna fatica ad imporsi per questo a breve in sede di riorganizzazione societaria, mi appresterò a varare delle novità sostanziali nell’ormai prossimo nuovo Consiglio di Amministrazione caratterizzandolo nella misura del 50% con autorevoli presenze femminili”.

“La mia e quella della società che rappresento – ha proseguito Folgori – è una presa di posizione netta e consapevole sul ruolo importante della donna e ritengo che non si possa prescindere dalla loro competenza e dalla loro sensibilità. Rappresentano decisamente il valore aggiunto all’interno di una azienda nella gestione amministrativa, sociale, commerciale, e possono determinare un percorso oltreché di grande professionalità anche di importante crescita umana. Non a caso il recente ultimo evento organizzato dallo ‘Zagarolo F.C.’ dal tema sociale di assoluta rilevanza come la lotta al bullismo giovanile e denominato “No al bullismo si allo sport” sia stato coordinato e gestito da una manager donna, a testimonianza di quanto sia importante l’apporto femminile. Abbiamo ricevuto grandi consensi sia dalla F.I.G.C. che dalla Lega Calcio nel trasmettere dei valori fondamentali all’interno di un appuntamento completamente dedicato ai bambini”.

“Tutto questo sta a significare l’importanza che noi riserviamo alla crescita del settore giovanile e alla scuola calcio. Nel recente incontro con le famiglie abbiamo supportato che filosofia trainante nel progetto sportivo che ho messo in campo a Zagarolo, aprendo l’ingresso nella nostra scuola di calcio anche a dieci famiglie meno abbienti indicate dal comune che potranno usufruire del nostro servizio didattico e tecnico a titolo gratuito oltre che aprire nella stessa misura di 10 unità a soggetti portatori di handicap”.
"Il nostro prossimo obiettivo – ha concluso Folgori – sarà la creazione di un’area di accoglienza dei bambini e delle famiglie, anch’essa coordinata e gestita da una donna”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti