Sport  

Raffica di goal nella prima uscita della nuova Lazio

Travolta la rappresentativa del Cadore
di Marco Savo - 15 Luglio 2011

La nuova Lazio di Edy Reja, nella prima uscita stagionale, sotto gli occhi attenti di Olimpya, travolge la rappresentativa del Cadore. C’era molta attesa per conoscere i volti nuovi del mercato scoppiettante biancoceleste. Infatti i vari  Konko, Klose, Cana, Marchetti e Lulic, erano quasi tutti in campo, mancava Cissè, il “leone nero”, appena arrivato in ritiro, ha seguito il match insieme a Stankevicius a bordo campo. Il risultato finale è stato di 16 a 0 per la Lazio, protagonista assoluto è stato Klose, già idolo della tifoseria laziale, con 5 gol segnati. Inoltre la partita è stata indicativa per vedere all’opera le varianti tattiche studiate dal mister Reja in questi giorni. Principalmente si sta lavorando su due moduli, il 4-3-1-2 ed il 4-2-3-1 per esaltare le doti dei nuovi attaccanti laziali dove Cana fa il mediano ed Hernanes il trequartista ma con Zarate ad agire sulla fascia, non proprio la sua posizione preferita.

Primo tempo: La formazione titolare è schierata sul 4 – 3 -1- 2 con Mauri alle spalle di Klose e Rocchi. In venti minuti il bomber tedesco fa poker. L’ex Bayern mostra già grande concretezza sotto porta, quella che mancava l’anno scorso, segna di destro e da qualsiasi posizione ed è fondamentale per tenere alta la squadra. La prima frazione termina sul 5 a 0 con gol allo scadere di Andrè Dias.   Secondo tempo: Nella seconda parte di gioco, Reja rivoluziona la squadra provando l’altro modulo in cantiere, il 4-2-3-1 della passata stagione con Sculli e Zarate ad agire sugli esterni. La punta centrale è Floccari con Hernanes subito dietro sulla tre quarti. Ad aprire le segnature ci pensa Sculli con una doppietta e poi la rete del talento brasiliano. Da rivedere la prova di Lulic che da terzino sale poco anche se, in una delle poche incursioni, riesce a mettere in area la palla che consente a Floccari di segnare l’undicesimo gol di giornata. Il centravanti calabrese segnerà una tripletta e a chiudere i conti, con un gol a testa, ci pensano Matuzalem, Ceccarelli e Zarate che non disputa un match eccezionale ma che ha sempre pronto il colpo del campione come dimostra il pallonetto finale a chiusura del match. Aspettando Cissè, le premesse per una buona stagione ci sono tutte dove i tifosi laziali, finalmente, possono sognare con i gol di un vero bomber qual è Mirolav Klose.   Il tabellino:   Primo Tempo 7-0
Lazio (4-3-1-2): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Brocchi, Ledesma, Bresciano; Mauri; Klose, Rocchi. All. Reja
Cadore (4-4-2): Riva; D’Ambros, Monti, Bettina, Bombassei; Cian, De Villa, Da Corte, Pitarevic; Martinig, Passuello. All. Ben

Marcatori: Klose al 6’, 7’, 16’, 19’, Rocchi al 24’, Dias al 39’, Klose al 41’ Secondo tempo 9-0
Lazio (4-2-3-1): Bizzarri; Scaloni (Cavanda 35’), Diakitè, Stendardo, Lulic; Cana, Matuzalem; Zarate, Hernanes, Sculli (Ceccarelli 35’); Floccari.
Cadore (4-4-2): Unterpertinger; Da Vinchie, Laguna, Corte, Metto; Zandegiacomo, Meina, Tosi Bosco, De Candido, De Filippo; De Mattia, Soravia.

Marcatori: Sculli al 9′, 15’, Hernanes al 13′, Matuzalem al 29’, Floccari al 33’, 36’, 45’, Ceccarelli al 41’, Zarate al 44’.

Arbitro: Alfarè di Mestre

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti