Rapina a mano armata da finti finanzieri in un appartamento a Tor Tre Teste: bottino da 200mila euro

I due malviventi hanno bussato alla casa dell'uomo indossando due fratini delle fiamme gialle

Un uomo di 56 anni è stato vittima di una rapina a mano armata nella sua abitazione di Tor Tre Teste, nella notte tra mercoledì 12 e giovedì 13 giugno. I malviventi, che si erano finti finanzieri, gli hanno portato via orologi, gioielli e denaro contante per un valore complessivo di circa 200mila euro.

La dinamica della rapina:

  • Le 5:00 del mattino: I due rapinatori, travestiti da finanzieri, hanno bussato alla porta dell’appartamento del 56enne in via Roberto Lepetit.
  • Mandato fasullo: Hanno mostrato alla vittima un falso mandato per effettuare una perquisizione.
  • Ammanettato e minacciato: Una volta all’interno, lo hanno immobilizzato con le manette e lo hanno minacciato per farsi dare la combinazione della cassaforte.
  • Bottino da 200mila euro: Dalla cassaforte hanno rubato orologi, gioielli e denaro contante per un valore di circa 200mila euro.
  • Fuga dei rapinatori: Dopo aver rapinato l’uomo, i malviventi lo hanno liberato dalle manette e lo hanno rinchiuso in una stanza prima di darsi alla fuga.

Indagini in corso:

  • Sotto choc ma illeso: La vittima, sotto choc ma illesa, ha lanciato l’allarme alla polizia.
  • Intervento delle forze dell’ordine: Sul posto sono intervenuti gli agenti del V distretto Prenestino e gli investigatori della scientifica.
  • Ricostruzione dei fatti e caccia ai colpevoli: Le forze dell’ordine stanno ricostruendo i fatti e sono alla ricerca dei due rapinatori. Sono in corso le indagini per identificare i malviventi e recuperar il bottino.

Un episodio che desta preoccupazione:

L’episodio ha destato notevole allarme nel quartiere di Tor Tre Teste. Si tratta dell’ennesima rapina violenta che avviene nella Capitale, a dimostrazione dell’alto livello di criminalità che purtroppo persiste in città.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento