Rapina a ufficio postale in via Marchesa del Barolo a San Basilio

I due giovani rapinatori hanno trovato ad attenderli fuori la polizia che li ha disarmati e arrestati
Enzo Luciani - 29 Aprile 2012

 E’ finita male per due giovani la tentata rapina all’Rapina a ufficio postale in via Marchesa del Barolo a San Basilio.

A mettere in allarme gli agenti, i caschi indossati dai due giovani che, poi rivelatisi armati, sono stati visti entrare nell’ufficio Postale.

Sono passate da poco le 10 del mattino di ieri 28 aprile 2012, quando i poliziotti del Compartimento della Polizia Postale di Roma, impiegati nei servizi antirapina a tutela degli uffici postali nell’ambito di un piano coordinato con la Questura, hanno tratto in arresto M.S. e C.G., romani, pluripregiudicati, rispettivamente di 34 e 36 anni, quest’ultimo, risultato affidato ai servizi sociali, dopo un periodo di detenzione.

Quando gli investigatori hanno notato i due, prese le dovute precauzioni di sicurezza, hanno deciso di posizionarsi all’esterno della posta.

Successivamente, nel momento in cui i due malviventi uscivano dall’ufficio postale, ancora con le armi in pugno, sono intervenuti con decisione bloccandoli a terra ed arrestandoli prima ancora che potessero reagire.

Si è accertato, in seguito, che i due malviventi, nel corso della rapina avevano preso in ostaggio un dipendente, ma dopo avergli intimato di aprire il caveau, accortisi che questi non collaborava, hanno desistito allontanandosi senza asportare nulla.

Dopo l’arresto gli agenti hanno effettuato una perquisizione nei rispettivi domicili che ha permesso di rinvenire e sequestrare, parrucche, sciarpe, occhiali e indumenti che non si esclude possano essere stati usati per camuffarsi nel corso di altre rapine messe a segno in precedenza e su cui stanno indagando anche gli agenti della Squadra Mobile romana.
Sequestrate anche le armi usate per la tentata rapina. Due repliche di pistole semiautomatiche, che dopo un attenta analisi sono risultate delle repliche prive del tappo rosso.

Al termine degli accertamenti per i due si sono aperte le porte del carcere. Messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovranno rispondere di tentata rapina.

Adotta Abitare A

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti