Rapinano una paninoteca a San Lorenzo

Arrestati tre stranieri. Uno indossava un giaccone rubato nel corso della rapina
Enzo Luciani - 2 Gennaio 2013

Nella notte tra il 30 ed il 31 dicembre, gli agenti, durante il normale pattugliamento, hanno ricevuto dalla sala operativa la notizia di una rapina in una paninoteca nel quartiere di San Lorenzo. Tre uomini, con il volto travisato da sciarpe, dopo essere entrati nell’esercizio pubblico, hanno minacciato le cassiere con un coltello e si sono fatti consegnare tutto l’incasso. Le cassiere, spaventate, si sono chiuse in bagno e quando sono rientrate nel negozio si sono accorte che, oltre all’incasso di 350 euro, erano stati rubati tutti gli effetti personali loro e di alcuni clienti. Tra i vari oggetti di valore, un tablet ed un giaccone di una nota marca. Immediata è stata la battuta dei poliziotti nelle zone circostanti. 

Sono trascorsi pochi minuti quando una pattuglia del Reparto Volanti, diretto dal dr. Eugenio Ferraro, ha intercettato tre uomini in via Marsala. Non è passato inosservato l’atteggiamento sospetto dei tre, uno dei quali aveva indosso lo stesso modello del  giaccone di marca appena rubato. Quando hanno visto i poliziotti i tre hanno iniziato ad accelerare il passo, seminando a terra svariati oggetti tra cui un tablet, vari bancomat, orecchini e altri documenti, tutto quanto appartenente alle vittime della rapina.     Inseguiti sono stati bloccati e identificati. Sono tre cittadini del Marocco, S.I. di 27 anni, K.H. di 35 anni e W.I. di 18 anni. I tre sono stati perquisiti e indosso avevano ancora il denaro appena rubato. Il giaccone indossato da uno dei rapinatori era lo stesso asportato dal negozio. Accompagnati presso gli uffici del Commissariato San Lorenzo, sono stati arrestati per rapina. Tutto il materiale recuperato, riconosciuto dalle vittime,  gli è stato restituito.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti