Rapinato un money transfer

Santori: "troppi bersagli facili, rispettare patto Roma sicura"
Enzo Luciani - 3 Gennaio 2013

Scene da film quelle accadute la scorsa notta a Termini nel corso di una rapina. Tre malviventi a viso coperto hanno sfondato la vetrina di un money trasfer, gestito da cinesi con una Y10 rubata, e si sono introdotti nel negozio. Una volta dentro si sono fatti consegnare una sacca che, però, non conteneva denaro perchè da poco era stato effettuato il trasferimento di soldi. I tre sono, poi, scappati a bordo di alcuni scooter parcheggiati in precedenza fuori al negozio. Nonostante la paura ed il frastuono nessuno è rimasto ferito. Sulla vicenda sta indagando la polizia.

“E’ necessario rinforzare subito la presenza di agenti e carabinieri sul territorio, così come infatti è già previsto dal Terzo Patto per Roma Sicura, per evitare che in momenti di crisi come questo cittadini e commercianti diventino facile bersaglio di malviventi alla ricerca di un qualunque bottino. Money Transfer, ma anche farmacie, supermercati, appartamenti privati, rischiano di più in un momento difficile come questo, e proprio adesso, dunque, è necessario puntare alla prevenzione organizzando una presenza ancor più continua ed attenta delle forze dell’ordine a presidio della sicurezza in città”. Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori.   “Devono essere immediatamente rese disponibili ed operative su tutto il territorio le forze da impegnare per il controllo della Capitale secondo un preciso accordo firmato tra le varie amministrazioni, la Prefettura e le forze dell’ordine, un accordo che il ministero dell’Interno deve rispettare. Tagliare sulla sicurezza è una scelta inaccettabile che rischia di mettere a repentaglio la vita stessa dei cittadini, e Roma, per le sue precipue caratteristiche, deve essere particolarmente tutelata”, conclude Santori.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti