Regione, consiglieri opposizione occupano giunta

Miccoli(PD): "mobilitazione ad oltranza finchè non verranno indette nuove elezioni"
Enzo Luciani - 16 Ottobre 2012

Oggi 16 settembre i consiglieri regionali d’opposizione hanno occupato la giunta per richiedere subito nuove elezioni. Da quando, il 28 settembre la presidente Polverini si è dimessa dalla carica di governatrice del Lazio, ancora non è stato stabilito un election day, nonostante il termine previsto di 90 giorni.  Il premier Mario Monti, dopo il consiglio dei ministri, ha annunciato che Enrico Bondi, già commissario per la spending review, sarà il nuovo commissario per la sanità della Regione Lazio, carica rimasta scoperta dopo le dimissioni della Polverini. 

"Il voto nel Lazio non è più procrastinabile. La Polverini deve firmare il decreto di indizione delle elezioni, subito. Come consiglieri regionali di centrosinistra abbiamo deciso di mettere in atto questo forte gesto, occupando la Giunta, perchè non è più tempo di aspettare, occorre ridare al pià presto la parola ai cittadini". Ad affermarlo è Bruno Astorre, vicepresidente del consiglio regionale del Lazio. "La protesta – fanno apere gli occupanti – proseguirà anche in serata se non verrà fissata una data certa entro dicembre". 

A sostenere le loro ragioni Marco Miccoli, Segretario del Partito Democratico di Roma. “Bene hanno fatto i consiglieri regionali dell’opposizione ad occupare oggi la sede della Giunta della Regione Lazio – dichiara in una nota. – Nel pomeriggio porteremo loro il nostro sostegno e rilanceremo i presidi democratici che avranno luogo domani, di fronte le Prefetture di tutto il Lazio. Lo avevamo annunciato: nel Lazio si deve votare subito e, dopo la presa di posizione chiara del Governo, non ci sono più scuse. Per quanto ci riguarda – conclude Miccoli – la mobilitazione, da oggi, sarà continua e non si fermerà fino a che la Polverini non restituirà ai cittadini del Lazio il sacrosanto diritto di votare e di voltare finalmente pagina”. 

Critico è, invece, l’assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici, Politiche della mobilità e Trasporti della Regione Lazio, Luca Malcotti. “La manciata di consiglieri regionali che, in questo momento, sta occupando la giunta del Lazio ha ricevuto negli ultimi due anni e mezzo rimborsi dai rispettivi gruppi consiliari per qualche milione di euro. Gli assessori della giunta Polverini, dall’inizio del loro mandato, hanno avuto rimborsi pari a zero. I consiglieri del centrosinistra visto che trascorreranno la notte lì – conclude Malcotti – potranno riflettere su questo e darci le spiegazioni del caso”.

Nel frattempo il Movimento difesa del cittadino, in merito alla decisione di non indire le elezioni entro 90 giorni, ha presentato un esposto-denuncia contro il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini per i reati di abuso d’ufficio, rifiuti di atti ufficio e interruzione di pubblico servizio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti