Sport  

Remuntada Lazio! 3-1 contro l’Inter

Grande vittoria davanti a una fantastica cornice di pubblico
di Davide Sperati - 14 Maggio 2012

Che notte da Lazio. Tre goal segnati all’Inter in rimonta, non capitano tutti i giorni. Kozak, Candreva e Mauri regalano un finale di campionato degno della prima squadra cittadina.

Una partita che poteva regalare la Champions, ma così non è stato e non importa più di tanto; perché la Lazio ancora non è pronta per questo tipo di competizione. É stata una grande serata di calcio ma soprattutto di lazialità: lo stadio pieno, l’aquila che vola, il tifo della curva Nord, la festa sugli spalti e il giro di campo a fine partita con la musica a tutto volume; insomma tutto veramente molto bello.

La gara sin dalle prime battute però è stata a tutto vantaggio degli ospiti: Guarin, al 26′ chiama Bizzarri alla deviazione sopra la traversa e poi, dopo due minuti, non chiude perfettamente (calciando male), una triangolazione sulla sinistra che il numero uno della Lazio blocca a terra. Al 36′ ancora i meneghini vicini al goal con Milito che di testa sfiora il palo.
Lazio che, orfana di Klose (infortunatosi nuovamente ieri pomeriggio nell’allenamento di rifinitura), ha poco peso lì davanti. Il solo Kozak, stretto nella morsa di Lucio e Samuel, non la prende mai e l’Inter infatti gioca più sciolta, gestendo meglio il pallone. La formazione ospite, nel finale, passa in vantaggio grazie a un rigore realizzato da Milito dopo un fallo su Maicon commesso proprio sulla linea dell’area da Ledesma. Difficile per l’arbitro Damato capire se il fallo era dentro o fuori. Fatto sta che il direttore di gara non ci ha pensato un attimo a decretare il penalty, nonostante il guardalinee sembrava non essere d’accordo.

Nella ripresa i pionieri ribaltano il risultato nel giro di quattro minuti: prima Kozak al 59′, da calcio d’angolo, sigla il pareggio e poi subito dopo, una grande intuizione di Lulic sulla fascia sinistra, regala a Candreva la palla del raddoppio: stop e pezza di destro che Castellazzi non blocca. Boato dei cinquantamila presenti.
La risposta dell’Inter è tutta nel palo centrato da Biava nell’intento di fermare Pazzini a dieci minuti dal termine. L’attaccante era entrato al posto di uno scialbo Alvarez.
La firma finale di questa entusiasmante partita la sigla Stefano Mauri, che al 91′ respinge a botta sicura la deviazione di Castellazzi su tiro di Kozak.

Un risultato giusto che premia la compagine di Reja, soprattutto considerando la ripresa. Rimontare lo svantaggio all’Inter non è facile e poi vincere addirittura 3-1 è segno evidente della forza di questa squadra che anche quest’anno si conferma tra le prime della classe, raggiunge di nuovo il posto in Europa League e arriva sopra all’altra squadra cittadina. Ora non rimane che attendere la finale di Coppa Italia per sapere se saranno preliminari (se vince il Napoli) o accesso diretto alla coppa (se vince la Juventus) e complimenti Lazio. Complimenti Mister. Presidenza rimandata a settembre.

LE PAGELLE DI LAZIO INTER 3-1

LAZIO
Bizzarri 6,5. Un degno sostituto di Marchetti.
Scaloni 6,5. Sottovalutato sin troppo, da quando gioca non sbaglia un gara.
Diakitè 7,5. Ormai una certezza. Tutti i miglior attaccanti di questo campionato quando hanno avuto Modibo in marcatura non hanno sfiorato una palla (Milito e Pazzini compresi).
Biava 6. Tanta esperienza al servizio della difesa. Il prossimo anno però, non può partite titolare.
Konko 5. Zanetti lo tiene a bada. Forse stasera è il peggiore dei suoi.
Cana 5,5. Tutto sommato nel finale di campionato anche lui ha dato il suo contributo, ma stasera ha sofferto.
Ledesma 6,5. Non è mai mancato. Professionista esemplare.
Candreva 8. Il migliore acquisto del non mercato di gennaio. (dal 91′ Zampa sv).
Mauri 6. Spesso lento negli appoggi. Segna però il goal che chiude la gara. (Dal 91′ Garrido sv).
Lulic 7. Prima dell’azione del 2-1 meritava meno. Dopo la serpentina più assist a Candreva, la sua votazione lievita parecchio. (dal 82′ Gonzalez sv).
Kozak 6. Pennellone che anche quest’anno meriterebbe la conferma. Certo, con qualcuno degno vicino.

INTER
Castellazzi 5,5
Maicon 5,5
Lucio 5
Samuel 5,5
Nagatomo 6
Guarin 6
Cambiasso 6
Poli 5. (Dal 75′ Longo sv)
Zanetti 6,5
Alvarez 5. (Dal 60′ Pazzini 5,5)
Milito 6,5. (Dal 91′ Nunes sv)

Adotta Abitare A

Arbitro
Damato di Barletta 6


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti