Farmacia Federico consegna medicine

Replica di Roberto Villani alla consigliera Vinzi su Prenestina bis

Il presidente del CdQ Tor Tre Teste: coda di paglia e memoria corta. Rimaste senza risposta le domande poste all'assessore ai La vori Pubblici
Riceviamo e pubblichiamo - 26 Maggio 2009

Caro Direttore,

mi sia consentito scrivere due righe di risposta ad una lettera pubblicata sul suo giornale e recante la firma di Lorena Vinzi.

E’ singolare come certi personaggi della politica locale abbiano la coda di paglia e la memoria corta.

Infatti, nella seduta del 28 novembre del 2000, tenutasi nell’allora Settima Circoscrizione, fu approvata con voto unanime la Delibera n. 30 che esprimeva parere favorevole alla proposta di deliberazione prot. S.D. n. 1806/2000 Interconnessione viaria tra Tor Tre Teste, via Falck, via Targetti, via Molfetta, viale Alessandrino, via dei Meli in poche parole l’odierna Prenestina bis.

Detta deliberazione, come evidenziato, fu presa all’unanimità in un tripudio di concordia politica: tra i consiglieri votanti c’era anche Lorena Vinzi.

Ora, è altrettanto singolare che la stessa persona che ha votato e sostenuto la predetta delibera poi, in seguito, si sia attivata per raccogliere firme contro quella stessa delibera votata; ma si sa la coerenza soprattutto in politica è merce rara. Ad ogni modo, qualunque tipo di ravvedimento è sempre ben accetto se ha il reale intento di evitare la realizzazione di un’opera inutile e devastante per la cittadinanza.

Quanto poi al fin troppo enfatizzato sopralluogo, emblema del nuovo corso della corrente Giunta, si rileva che trattasi di gesto che di fatto non si è tradotto in nessun atto politico scritto, restando invece una mera ed inutile operazione di propaganda.

Vero è che i lavori come ben recita un articolo di questo giornale sono iniziati alla chetichella.

Adotta Abitare A

La ruspa ha solamente reso visibile una parte di quello sfregio che sta per essere perpetrato.

Del resto, se si fosse realmente provveduto alla bonifica di “ordigni” bellici con una ruspa sarebbe stato un grave atto di irresponsabilità: per il pericolo che avrebbero corso il ruspista ed i cittadini del quartiere in caso di eventuale ritrovamento di bombe inesplose.

Ad ogni modo, visto che mentre le ruspe scavano ed i politici stanno “valutando” le alternative possibili, colgo l’occasione per rinnovare le solite domande che attendono una risposta, da destra e da sinistra, da chi governa e da chi fa opposizione, dai politici e dai tecnici:

1 ) qual è il costo totale dell’opera?

2) quanto costerebbe interrare in galleria il tratto che attraversa il quartiere?

3) qual è il costo della penale da pagare per bloccare i lavori, in attesa che si proceda prima alla realizzazione dei tratti stradali situati agli estremi del progetto?

Si attende cortese riscontro.

Grazie

Roberto Villani
cdq_tortreteste@yahoo.it  


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti