Responsabile ufficio anagrafe Roma muore per coronavirus

Redazione - 8 Aprile 2020

È morto per conoravirus il dipendente del Comune di Roma Aulo Mechelli. Aveva 65 anni. Era ricoverato in una struttura romana. Lavorava all’ufficio all’ufficio Anagrafe via Petroselli dove ricopriva il ruolo di funzionario responsabile del settore.

Contagiata anche la collega di stanza, le cui condizioni però non desterebbero particolare preoccupazione. Nei giorni scorsi l’ufficio, considerando l’alto numero di persone che entra per chiedere documenti, era stato chiuso per una disinfestazione per 3 giorni.

“Una notizia – ha commentato la sindaca Raggi – che apprendo con dolore. Il mio pensiero e un forte abbraccio vanno alla famiglia: il Comune di Roma, tutto, e la città si stringono a voi in questo momento di sconforto”.

“A nome dell’assemblea capitolina, – ha dichiarato il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito – esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia per la perdita di Aulo Mechelli, funzionario responsabile dell’Ufficio di Anagrafe, la cui memoria è stata onorata con un minuto di silenzio da parte dell’Aula. Un esempio di dedizione umana e professionale che ci spinge ancora di più a tenere alta la guardia per vincere la battaglia contro il Covid-19”.

“Esprimiamo – ha dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d‘Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina – il nostro profondo cordoglio per la scomparsa, a causa di questo tremendo virus, del dipendente capitolino Aulo Mechelli, prossimo alla pensione, che lavorava presso l’anagrafe e che era stimato da tutti per la sua umanità. Molte volte siamo intervenuti, e sollecitiamo ulteriormente la giunta 5 Stelle in tale direzione, per privilegiare ancora di più lo smartworking al fine di evitare rischi per i lavoratori limitando la presenza in questo periodo soltanto per i casi di incombenze strettamente essenziali. Come Fratelli d’Italia sollecitiamo il Sindaco Raggi ad attivarsi immediatamente affinché, oltre alle parole di circostanza, venga fornita ogni necessità e tutto il sostegno non soltanto morale alla sfortunata famiglia Mechelli, specie in questo momento di particolare avversità”.

Sala Arturo Mechelli

La Sala dei Giuramenti di Roma, in cui viene concluso l’iter che assegna la cittadinanza, sarà intitolata ad Aulo Mechelli.

Tutti i dipendenti dell’Amministrazione porgono le condoglianze alla famiglia, ricordando un collega noto per il suo impegno e la sua disponibilità.

 

Credit photo: Emilia de Silveri


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti