Riaperta la corsia centrale di via Tiburtina

Nel tratto tra la Stazione Tiburtina e via di Casal Bruciato. Presente la sindaca Raggi, insieme alla presidente del IV Municipio, Roberta Della Casa. Però se non viene subito migliorata la segnaletica "si rischia una nuova Portonaccio"
Redazione - 24 Maggio 2019
Abitare A Settembre 2019

“Riaperta via Tiburtina. Da questa mattina – annuncia trionfalmente su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi il 24 maggio 2019 – bus, auto e moto sono tornati a percorrere la corsia centrale di una delle principali strade della città, chiusa da quasi dieci anni a causa di lavori sull’impianto fognario.
Il tratto tra la stazione Tiburtina e il quartiere di Casal Bruciato torna dunque interamente libero: si tratta di una piccola rivoluzione per una zona che, per troppo tempo, era stata penalizzata da rallentamenti del traffico e disagi”.

“Quello che fino a qualche settimana fa era un parcheggio mal tenuto, ora è una splendida carreggiata completamente rifatta.
Oggi ho voluto essere presente alla riapertura della strada, insieme alla presidente del IV Municipio, Roberta Della Casa che ringrazio per l’impegno con cui ha lavorato, insieme ai tecnici del dipartimento Lavori pubblici e agli altri uffici del Campidoglio, per rendere possibile l’inaugurazione.

“Questa mattina ho incontrato anche tanti cittadini e commercianti che da anni attendevano il completamento di quest’opera che va a riqualificare l’intera area della Tiburtina”.

A quando la riapertura del resto della consolare chiudendo tutti i cantieri?

(La foto con la sindaca è del 5 aprile scorso, l’altra è di oggi)

Polemica sulla segnaletica: si rischia una nuova “Portonaccio”

Da un lato il sindaco di Roma dichiara pubblicamente che la corsia centrale della via Tiburtina è aperta a tutti, dall’altro c’è il segnale stradale che indica il divieto di transito per auto e moto.
Escluso il piccolo tratto che va dall’incrocio con via di Portonaccio a quello con via delle Cave di Pietralata, la corsia riaperta è tutta preferenziale!

I politici se la ridono, noi gli regaliamo i nostri soldi!
Non facciamola diventare una nuova Via di Portonaccio!

Fabrizio Montanini portavoce del Coordinamento d’Azione IV Municipio

Quindi se un’auto proveniente da centro città e diretta verso il Raccordo Anulare si immette nella corsia centrale di via Tiburtina (cosa consentita) poi al primo incrocio è obbligata a girare a sinistra per via delle cave di Pietralata in direzione largo Beltramelli perché da lì in poi è solo preferenziale (come segnalato da un unico cartello verticale… impossibile poi da vedere se si sta seguendo un autobus) e questo importante dettaglio non è segnalato in precedenza.

Anche per chi si immette sulla Tiburtina da via Ottoboni non ci sono sufficienti segnali stradali (e in questo incrocio spesso sono presenti i vigili urbani).


Commenti

  Commenti: 1

  1. Vittorio Santarsiere


    Ho pensato non verrà riaperta, io non la vedrò, sono contento di avere sbagliato, un po’ di fede occorre sempre

Commenti