Richiesta di rettifica all’articolo: “Il giardino del plesso di via Luigi Nono è da risanare”

Inviata al nostro giornale dal dirigente scolastico
Enzo Luciani - 21 Novembre 2012

Riceviamo e volentieri pubblichiamo testualmente la seguente lettera che ci è pervenuta in redazione oggi 21 novembre 2012:, aventye per oggetto:"richiesta di rettifica articolo giornalistico “Il giardino del plesso scolastico di via Luigi Nono è da risanare” pubblicato il 13/11/2012 su VS testata telematica AbitareARoma.net"

Ed ecco il testo:
A seguito dell’articolo in oggetto pubblicato in data 13/11/2012 non firmato, l’istituzione scolastica IC “Via Pirotta” ritiene che quanto scritto risulta non veritiero e quindi diffamatorio nei confronti dell’istituzione medesima.
Pertanto chiede immediata rettifica su VS testata telematica dandone comunicazione scritta a questo Istituto in tempo utile e preventivamente rispetto alla pubblicazione nonché informazione della data di pubblicazione.
Al fine di consentire la rettifica in oggetto si intende puntualizzare:
• La lettera delle mamme di cui si fa menzione nell’articolo in oggetto pur essendo stata elaborata in data 17/10/2012 di fatto è pervenuta a codesta Istituzione Scolastica a mezzo di consegna da parte di una docente del plesso Dickinson in data 30/10/2012 e di fatto acquisita con prot.1349 A/35 del 30/10/2012.
• In data 31/10/2012 il Dirigente Scolastico con lettera prot. 1363 A/35 del 31/10/2012 inoltra la nota sottoscritta dai genitori con richiesta di messa in sicurezza e di interventi urgenti al Municipio Roma VII – Ufficio Tecnico.
• In data 8/11/2012 il Dirigente Scolastico alle ore 13,15 incontra due rappresentanti dei genitori del plesso Dickinson (1 della Scuola dell’Infanzia e 1 della Scuola Primaria) durante cui, oltre ad affrontare questioni di natura privata delle genitrici, comunica che la lettera delle famiglie per il risanamento del giardino del plesso in via Luigi Nono è stata inoltrata alle Autorità Amministrative ed è all’attenzione delle istituzioni.
• A salvaguardia della sicurezza degli alunni viene fatta, per quanto di competenza, richiesta di intervento per la manutenzione delle barriere antirumore confinanti con il plesso Dickinson a cui segue riscontro da parte dell’ente Municipio Roma VII come da lettera CG n. 84534 del 31 Ott. 2012 acquisita dalla scuola con prot. n 1366 A/35 del 31/10/2012
• La necessità di intervento a risanamento dell’area verde del plesso Dickinson è stata oggetto di attenzione di questa Istituzione Scolastica già in tempi precedenti rispetto alla recezione della lettera sottoscritta dalle famiglie ovvero mediante segnalazione “dello stato di usura e vetustà del plesso Dickinson” durante l’incontro del 24/10/2012 tra Dirigenti Scolastici e Municipio Roma VII come da “Verbale incontro con i dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi di mercoledì 24 ottobre 2012” emesso dal Municipio Roma VII CG n. 86778 dell’8 Nov. 2012 e acquisito agli atti della scuola con prot. 1556 B/18 del 9/11/2012.

Qualora la VS testata telematica non dovesse provvedere alla rettifica in oggetto codesta amministrazione si riserva si agire per vie legali".

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Daniela Patrizio

La Dott.ssa Daniela Patrizio accompagna questa lettera formale con una mail di commento e di ammonimento che noi, desiderosi di apprendere da chiunque voglia insegnarci il nostro difficile mestiere, altrettanto volentieri pubblichiamo, disiderosi tuttavia anche di sapere soprattutto, e da chi ne è il vero responsabile, quando e in quali modalità il giardino in questione sarà finalmente risanato. Lungi da noi, comunque, qualsiasi intento diffamatorio e soprattutto quello di procurare danno alla reputazione della scuola e da quanti ci lavorano. (v.l.)

Ed ecco la mail:

Gentile Direttore,

Come saprà, negli scorsi giorni è stato pubblicato, sulla testata da Lei diretta, un articolo senza firma incentrato su un episodio riguardante la mia persona e l’istituto scolastico da me diretto. Per completezza, Le riporto in fondo alla mail il link dell’articolo in questione.Nell’articolo sono presenti diverse inesattezze, a cominciare dall’affermazione secondo la quale io non avrei mai risposto ai genitori.
Nella lettera, scritta il giorno 17 e consegnatami il 30 ottobre (e non il 17 stesso, come erroneamente riportato) mi veniva richiesto di intervenire presso le istituzioni competenti circa la questione del giardino del plesso Dickinson in via Luigi Nono. Come dimostrato dai dati di cui La porto a conoscenza a mezzo di richiesta di rettifica allegata, con estrema premura, in data 31 ottobre ho inoltrato la lettera dei genitori via fax agli Organi competenti con contestuale richiesta di intervento urgente.
Nello stesso giorno ho avuto riscontro positivo circa una richiesta che io stessa avevo inviato in precedenza, a prescindere dalle richieste dei genitori. Nel verbale di incontro del giorno 24 ottobre 2012, il vicepreside ins. Piero Trivieri aveva già sollecitato il Presidente del Municipio Roma VII Roberto Mastrantonio a intervenire, richiesta alla quale lui ha pubblicamente risposto. Inoltre, io stessa ho incontrato due rappresentanti dei genitori del plesso Dickinson (1 della Scuola dell’Infanzia e 1 della Scuola Primaria) in data 08/11/2012 alle ore 13.15.

E’ totalmente inesatto e infondato, quindi, affermare che io non abbia risposto alle richieste dei genitori o che non mi sia attivata per risolvere la problematica. Al contrario, l’istituto si è prontamente attivato.

Quello che spiace di questa vicenda è che un giornale così presente e attivo sul territorio come abitarearoma.net non abbia ritenuto opportuno verificare una notizia prima di pubblicarla. Spiace sapere che il redattore incaricato di scrivere il pezzo non abbia speso nemmeno un minuto per approfondire la questione, chiamare la scuola "Via Pirotta" e
chiedere di me o di un altro mio collaboratore per avere spiegazioni in merito. Per fare, in sintesi, quello che ogni giornalista dovrebbe fare: verificare la notizia ascoltando entrambi i soggetti coinvolti.
La lettera non è nemmeno stata pubblicata così come trasmessa, titolandola con un generico "Riceviamo e pubblichiamo" che avrebbe sollevato la redazione da qualsiasi coinvolgimento. Al contrario, avete scelto di rimaneggiare la notizia sotto forma di articolo esteso, trattando la vicenda come un fatto noto.
Non è certo un mio compito spiegare a Lei il principio cardine della professione giornalistica, ma è da sempre garanzia di trasparenza il binomio tra il diritto/dovere di cronaca e il dovere/diritto di verifica.
Ritengo che, almeno nel caso in questione, questa garanzia sia venuta meno restituendo un pessimo servizio ai Suoi lettori e un danno di immagine a me come dirigente e all’Istituto Comprensivo "Via Pirotta" come Istituto Scolastico.

Sia io che il mio staff infondiamo quotidianamente il massimo dell’impegno per fare in modo che ogni aspetto dell’istituzione scolastica si svolga regolarmente, per far sì che qualsiasi problema sia risolto e che i nostri alunni crescano in un ambiente sano e costruttivo.
E’ veramente triste rendersi conto che, a fronte di questo impegno, esistono persone che non impiegano neanche pochi secondi della loro giornata a chiedersi se sia veramente corretto rovinare l’immagine di un’istituzione scolastica e di chi con essa e per essa lavora.

Le scrivo la presente e-mail non per sollevare inutili e sterili polemiche ma per accompagnare la richiesta di rettifica contestualizzandola nella giusta dimensione, raccontando a Lei e ai Suoi lettori l’esatto svolgimento degli eventi che Le descrivo e che, spero, vorrà pubblicare nella rettifica insieme a questa e-mail.
Noi, come istituzione scolastica, e voi, come giornale attivo, abbiamo un obiettivo comune: promuovere azioni positive sul territorio.
Spero che, in considerazione di questo fine condiviso, Lei comprenda il motivo che mi ha spinta a scriverLe questa lettera e che voglia pubblicarla per restituire ai Suoi lettori la giustizia di un’informazione completa". 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti