Categorie: Ambiente Associazioni
Municipi:

Rifiuti: “Sui romani piovono le lettere per pagamento TARI (2° semestre), ma proseguono i disagi e pericoli per assenza piano foglie”

Lo dichiara Piergiorgio Benvenuti, responsabile della Consulta Ambiente di Forza Italia a Roma e Presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale

“Il piano straordinario sui rifiuti annunciato dal neo Sindaco Gualtieri non decolla, ma puntuali stanno arrivando a casa dei romani le lettere per il pagamento della TARI, la tassa per la gestione dei rifiuti urbani per il 2’ Semestre 2021, tributo fra i più gravosi del nostro Paese.

Mentre arrivano da pagare centinaia di Euro, prosegue la presenza  in città di cumuli di spazzatura ancora in bella vista che galleggiano con la pioggia, ed ancora il piano foglie rimane un miraggio”.

E’ il commento di Piergiorgio Benvenuti, responsabile della Consulta Ambiente di Forza Italia a Roma e Presidente  del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.

“Il consueto Piano foglie dell’Ama  che sarebbe dovuto partire per tempo,  non è stato concretamente avviato proseguendo a causare  con le piogge  i soliti problemi con strade e marciapiedi allagati.

I tappeti di foglie in questi giorni di maltempo hanno  rappresentato un costante pericolo in gran parte della città, determinando anche allagamenti non essendo state adeguatamente disostruite le caditoie. Come abbiamo più volte segnalato, la carenza del piano foglie oltre a
creare problemi in caso di pioggia, allo stesso tempo, fanno aumentare il tasso di inquinamento nella città. Anche le  foglie non raccolte assorbono il PM10, le polveri sottili che in questo modo proseguono ad essere respirate in modo diffuso dai cittadini, soprattutto dai bambini.

Nella città più verde d’Europa,  l’unica puntualità viene chiesta ai cittadini che debbono tassativamente entro il 31 dicembre pagare il secondo semestre della Tariffa sui rifiuti, chi amministra invece prosegue a non risolvere il problema del decoro e della pulizia delle
strade, i vari programmi per l’eliminazione delle foglie o per la pulizia delle caditoie. La responsabilità -conclude Benvenuti- non può essere solo a senso unico, tutti, in primis le Istituzioni, debbono fare la loro parte, ora e subito”.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento